Coronavirus, a Orvieto alto numero di contagi | Sindaco chiede approfondimenti epidemiologici - Tuttoggi

Coronavirus, a Orvieto alto numero di contagi | Sindaco chiede approfondimenti epidemiologici

Luca Biribanti

Coronavirus, a Orvieto alto numero di contagi | Sindaco chiede approfondimenti epidemiologici

" Osservato l’alto numero di persone positive al Covid-19 rispetto alla popolazione, ho chiesto alle autorità sanitarie competenti un’analisi epidemiologica più approfondita dei casi"
Mer, 25/03/2020 - 11:16

Condividi su:


Coronavirus, a Orvieto alto numero di contagi | Sindaco chiede approfondimenti epidemiologici

A Orvieto salgono a 31 i casi di positività al Covid19 e, in generale aumentano in tutta l’area dell’orvietano; nello specifico: Baschi (5) +1 caso, Castel Giorgio (6) +5, Orvieto (31) +3, Porano (6) +2, dati aggiornati all’ultimo bollettino ufficiale della Regione (alle ore 8.00 del 24 marzo). Dei 31 contagiati di Orvieto, 22 si trovano presso il proprio domicilio in isolamento contumaciale, disposto con ordinanza sindacale, sotto la sorveglianza dei servizi sanitari.

Il sindaco di Orvieto, Roberta Tardani, è intervenuta ieri con una nota dove polemizza contro alcuni esponenti politici dell’opposizione che avrebbero utilizzato l’emergenza Coronavirus a fini politici, tanto che oggi è stata convocata una conferenza dei capigruppo per cercare di ridimensionare la schermaglia politica e affrontare l’emergenza in modo condiviso e proficuo: “Trovo veramente inopportuno, e profondamente scorretto da chi utilizza strumentalmente questa emergenza a fini politici – sottolinea il sindaco – parlare di scarsa comunicazione alla cittadinanza che sin dal primo giorno viene costantemente e puntualmente informata, per quello che compete l’amministrazione comunale, sull’evolversi della situazione sanitaria senza omettere o nascondere niente.

C’è chi, come noi in primis, ha giustamente osservato l’alto numero di persone positive al Covid-19 rispetto alla popolazione. Per questo ho chiesto alle autorità sanitarie competenti un’analisi epidemiologica più approfondita dei casi che hanno evidenziato catene di contagio riconducibili a rapporti familiari, amicali e lavorativi”.

La situazione dell’ospedale di Orvieto

“Riguardo alla situazione dell’ospedale di Orvietochiarisce ancora la Tardani voglio sottolineare che sono in costante e continuo contatto non solo con i vertici della struttura e dell’azienda sanitaria ma anche con i numerosi medici e operatori che sono impegnati a fronteggiare questa emergenza. Assumendomene la responsabilità, in una intervista dei giorni scorsi avevo anche anticipato che l’annunciata piena funzionalità dell’ospedale sarebbe slittata di qualche giorno, ho più volte richiamato la necessità di informare la cittadinanza e di garantire agli operatori di poter lavorare in sicurezza per loro stessi e per la salute dei pazienti. Oggi l’ospedale opera in situazione di emergenza. Alcuni reparti sono aperti per garantire l’emergenza/urgenza come Chirurgia e Ortopedia. Si stanno predisponendo posti letto per la sorveglianza di possibili pazienti affetti da Covid-19 e complessivamente la Regione sta ridefinendo le priorità delle strutture, a partire dalle terapie intensive, perché ci si sta preparando anche in Umbria ad un acuirsi dell’emergenza”.

Porano

Il Sindaco di Porano, Marco Conticelli, su richiesta della Asl n.2, attraverso apposita Ordinanza, ha attivato la quarantena contumaciale per una persona residente nel Comune di Porano
risultata positiva al COVID-19.
La persona, che gode di buona salute, si trovava già in isolamento fiduciario, presso il proprio domicilio per contatti avvenuti in ambito lavorativo fuori Comune.
La fonte di trasmissione è risultata quindi esterna al territorio comunale.
La situazione è costantemente monitorata dal servizio sanitario.
“Ancora una volta raccomandiamo il massimo scrupolo nell’osservanza delle disposizioni atte ad arginare l’emergenza sanitaria – si legge in una nota – in particolare si rinnova l’obbligo di restare a casa e uscire esclusivamente per fatti eccezionali.
Per quanto riguarda l’approvvigionamento di generi di prima necessità, la linea da seguire è quella di rifornirsi per più giorni in modo da limitare le uscite e quindi gli spostamenti. Si rammenta che é attivo il servizio di consegna a domicilio curato dal gruppo volontari “Porano nel Cuore”. L’Amministrazione Comunale sta effettuando controlli tramite la Polizia Locale sul rispetto delle norme”.

Castel Giorgio

Andrea Garbini, sindaco di Castel Giorgio, ha comunicato ai residenti la positività di altri cinque concittadini. “In seguito ai tamponi effettuati – si legge in una nota -, sono risultati positivi cinque nostri concittadini, che hanno ricevuto da me, in qualità di Sindaco, un’ordinanza di isolamento contumaciale. I  familiari dei cinque soggetti contagiati sono in isolamento precauzionale”, ha inteso specificare il primo cittadino. Vi chiedo ancora una volta di avere particolare attenzione in questo momento, pregandovi di non uscire di casa se non per motivi seri, come salute, lavoro o acquisto di beni di prima necessità. In questa fase vi chiedo di non diffondere notizie prive di fondamento e non ufficiali. La cattiva comunicazione nuoce alla serenità della popolazione che mi impegno ad informare con costanza e puntualità”.