Coronavirus, a Castiglione chiusi i parchi ma non il cimitero

Coronavirus, a Castiglione chiusi i parchi ma non il cimitero

Redazione

Coronavirus, a Castiglione chiusi i parchi ma non il cimitero

Burico: basse rischio di assembramento nei cimiteri
Gio, 19/03/2020 - 16:00

Condividi su:


Emergenza Coronavirus, il sindaco di Castiglione del Lago chiude i parchi pubblici, ma lascia aperti i cimiteri.

Il sindaco Matteo Burico ha emesso l’ordinanza che, in linea con le decisione degli altri sindaci dell’Umbria, decreta la chiusura dei parchi e aree verdi pubbliche.

Ciò anche sulla base della dichiarazione del ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora. A livello nazionale, i controlli effettuati da polizia e carabinieri dimostrano che è ancora altissimo il numero di chi fa sport all’aperto in gruppo o comunque utilizza questa scusa per stare fuori casa molte ore. Comportamento vietato dal decreto. E così a rischiare sono tutti coloro che invece hanno esigenza di praticare attività motoria e lo fanno rispettando le regole.

Da qui la scelta del sindaco Burico di chiudere parchi ed aree pubbliche.

A differenza di quanto deciso in altri comuni, però, a Castiglione del Lago i cimiteri restano aperti. Ciò in ragione della bassa affluenza e del basso rischio di assembramento. I cimiteri, dunque, restano quindi aperti.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!