Coronavirus: a Castiglione 16 contagiati, ma ci sono anche segnali positivi - Tuttoggi

Coronavirus: a Castiglione 16 contagiati, ma ci sono anche segnali positivi

Redazione

Coronavirus: a Castiglione 16 contagiati, ma ci sono anche segnali positivi

Tra i positivi anche un lavoratore di fuori regione, costretto ora a restare in isolamento a Castiglione
Mer, 25/03/2020 - 16:55

Condividi su:


Coronavirus: a Castiglione 16 contagiati, ma ci sono anche segnali positivi

A Castiglione del Lago i casi positivi al Coronavirus sono saliti a 16. Ma ci sono anche buone notizie sull’andamento del contagio nel territorio comunale: aumenta la curva di coloro che hanno concluso l’isolamento fiduciario senza essersi ammalati (23) e diminuisce il numero di coloro che sono in stretta osservazione (6) perché a contatto con persone infettate.

Questa la situazione aggiornata alle ore 12 di mercoledì 35 marzo, comunicata dal Comune di Castiglione del Lago.

L’aumento fisiologico – spiega il sindaco Matteo Burico è dovuta all’isolamento in coabitazione con persone positive al virus, quindi con alta probabilità di contagio“. Gli ultimi contagi si sono dunque verificati nel contesto familiare, tra persone già monitorate dalle autorità sanitarie.

Positivo un lavoratore a Castiglione

Nella giornata di oggi il Comune ha ricevuto dalla Usl la comunicazione del caso positivo al Covid-19 di una persona non residente a Castiglione del Lago, dove però lavorava. Per evitare spostamenti ed ulteriori rischi di contagio il sindaco ha provveduto ad ordinanza di confinamento contumaciale. Il contagio della persona in questione sarebbe avvenuta – secondo quanto ricostruito dalla Asl – al di fuori del territorio comunale.

Nessuna linea di contagio interno

I nuovi casi di tampone positivi al Covid-19, quindi, sono relativi a contagi avvenuti fuori dal territorio comunale ed a successive infezioni tra familiari in isolamento. Non si registrano quindi linee di contagio interne, segno che i castiglionesi stanno rispettando le ordinanze che limitano gli spostamenti ai casi necessari.


Condividi su: