CONFERENZA DEI CAPIGRUPPO SU MONITORAGGIO AMBIENTALE, IN PRIMO PIANO GLI IMPIANTI DELL'AZIENDA CORICELLI - Tuttoggi

CONFERENZA DEI CAPIGRUPPO SU MONITORAGGIO AMBIENTALE, IN PRIMO PIANO GLI IMPIANTI DELL'AZIENDA CORICELLI

Redazione

CONFERENZA DEI CAPIGRUPPO SU MONITORAGGIO AMBIENTALE, IN PRIMO PIANO GLI IMPIANTI DELL'AZIENDA CORICELLI

Lun, 04/04/2011 - 14:43

Condividi su:


CONFERENZA DEI CAPIGRUPPO SU MONITORAGGIO AMBIENTALE, IN PRIMO PIANO GLI IMPIANTI DELL'AZIENDA CORICELLI

Per valutare le ricadute sull’ambiente dei tre impianti di cogenerazione alimentati ad olio vegetale, la cui realizzazione è prevista nella zona di Madonna di Lugo, venerdì pomeriggio si è svolto l’incontro con la conferenza dei capigruppo promosso dalla Presidente del Consiglio Comunale Patrizia Cristofori e dal Consigliere incaricato per la partecipazione Marco De Angelis.Alla presenza del vice sindaco con delega all’ambiente Stefano Lisci, dei capigruppo consiliari, del responsabile dell’Ufficio Ambiente del Comune e del dirigente di zona dell’Arpa, la proprietà e i progettisti hanno illustrato nel dettaglio i particolari tecnici dei nuovi impianti.

L’incontro è stato utile per fare il punto della situazione dopo le preoccupazioni emerse negli ultimi tempi tra la popolazione, sulle ricadute ambientali delle tre biomasse a combustibile liquido, con particolare riguardo alle emissioni in atmosfera.

Sull’argomento era già intervenuta la Giunta comunale che circa 20 giorni orsono aveva approvato una direttiva con la quale si disponeva un monitoraggio della qualità dell’aria, nell’ambito della convenzione esistente con l’ARPA, prima che gli impianti venissero attivati con lo scopo di definire il punto zero ed avere quindi dati di riferimento certi per i successivi controlli in fase di funzionamento delle biomasse.

Nel corso della discussione è stata affrontata anche la problematica delle emissioni odorigene provenienti dall’impianto di raffineria esistente. La conferenza dei capigruppo ha dato atto che i cattivi odori che, in particolari condizioni atmosferiche, si diffondevano nell’area anche per diversi chilometri, grazie agli interventi effettuati dall’azienda, a seguito dei monitoraggi dell’ARPA che hanno portato anche all’aggiornamento delle prescrizione dell’autorizzazione, risultano notevolmente ridotti rispetto a qualche mese fa. Ha però sottolineato come gli stessi, anche se in misura minore, tutt’ora persistano, influendo negativamente sulla vivibilità ambientale. Su questa problematica la proprietà ha accolto le sollecitazioni degli amministratori comunali e dell’ARPA, impegnandosi a verificare la possibilità di ulteriori interventi tecnici tesi a ridurre le emissioni odorigene.

La conferenza dei capigruppo ha quindi richiesto informazioni di dettaglio sulle caratteristiche dei sistemi di controllo e monitoraggio dei nuovi impianti di cogenerazione a biomasse. I tecnici dell’azienda Coricelli e il rappresentante dell’ARPA hanno precisato che le emissioni rientrano abbondantemente entro i limiti prescritti dall’ARPA, già di per se molto restrittivi per la tipologia di impianto. Inoltre è stato precisato che i motori per la cogenerazione sono stati progettati per funzionare solo ed esclusivamente ad oli vegetali e che la scelta effettuata è che essi siano di origine tracciabile e provenienti solo dalla Comunità Europea.

Il dirigente dell’ARPA ha quindi illustrato le prescrizioni che dovranno essere scrupolosamente rispettate, sia in fase di costruzione che di funzionamento dell’impianto, precisando che il progetto già prevede un monitoraggio continuo ed un controllo costante dei filtri affinché siano sempre in piena efficienza.

Oltre a ciò, l’azienda si è dichiarata pronta a sottoscrivere un protocollo con l’ARPA per la rilevazione costante dei dati relativi alla concentrazione delle emissioni e contestuale pubblicazione dei rilevamenti sul sito dell’Agenzia Regionale allo scopo di diffonderne il contenuto alla popolazione in tempo reale.

Le risultanze dell’incontro verranno discusse nel merito in Consiglio Comunale, quando nei prossimi giorni, si affronterà la mozione presentata a tal proposito. La tappa successiva prevede un incontro partecipato con i cittadini e le associazioni dell’ambiente.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!