I Comuni vogliono finire al Cinema, riunione per il sito “acchiappa registi”

I Comuni vogliono finire al Cinema, riunione per il sito “acchiappa registi”

Nuovo atto di Umbria Film Commission sognando altri ciack con Don Matteo e Luca Argentero | A Perugia incontro promosso dall’Anci per la ripresa delle attività della società che vuole favorire l’approdo di produzioni cinematografiche e tv


share

Mentre nella Spoleto del casto don Matteo le appassionate di cinema sono in fibrillazione in attesa dell’avvio delle riprese (il prossimo 16 luglio) del film “Copperman” con l’affascinante Luca Argentero, altri Comuni umbri si mettono in fila per tentare di entrare nel grande schermo.

L’occasione è stata offerta dall’incontro che si è tenuto a Perugia presso la sede dell’Anci regionale, per illustrare le iniziative legate alla ripresa delle attività di Umbria Film Commission (Ufc), la travagliata società nata, sul modello di quanto già fatto in altre regioni, per favorire l’approdo di produzioni cinematografiche e televisive.

Ufc, anche tramite l’Anci, intende infatti sensibilizzare i Comuni umbri affinché aderiscano al portale creato con il supporto della società di produzione Videocinematografica Studio Lumière di Perugia. Un sito internet attraverso il quale produzioni nazionali ed internazionali interessate a girare in Umbria possano visionare e scegliere locations del nostro territorio.

Durante la riunione operativa, è stato chiesto ai Comuni di fornire materiale fotografico in alta definizione che illustri luoghi ritenuti adatti come locations per le riprese. Indicando anche se questi siti sono già stati in passato set cinematografici. Accanto a questo, si chiede di redigere un elenco di servizi e agevolazioni che i Comuni sono in grado di fornire alle produzioni a condizioni favorevoli (ospitalità e trasporto), possibili supporti economici che si possono proporre alle produzioni: la disponibilità di sponsor, insieme ad aiuti pubblici o di consorzi privati di imprese per abbattere i costi di produzione, come insegna la “partita” che ha portato a Spoleto le riprese di Don Matteo, rappresenta un elemento che può fare la differenza nella scelta di una location.

D’altro canto, una città ed un territorio possono ricavarne grandi vantaggi in termini di ritorno pubblicitario, in grado di rilanciarne il turismo e l’economia ad esso collegata.

Oltre che nel portale di Umbria Film Commission, il materiale fotografico verrà anche inserito in quello nazionale, di recente creazione: Italy for Movies (www.italyformovies.it), promosso dal Mibact. Attualmente sono 19 le locations umbre presenti nel portale nazionale “acchiappa registi”.

share

Commenti

Stampa