Commercialista infedele, reato prescritto: prosciolta dalle accuse - Tuttoggi

Commercialista infedele, reato prescritto: prosciolta dalle accuse

Flavia Pagliochini

Commercialista infedele, reato prescritto: prosciolta dalle accuse

Alle parti non resta che il processo civile per valutare i danni
martedì, 03/12/2019 - 11:12

Condividi su:


Commercialista infedele, reato prescritto: prosciolta dalle accuse

Non resta che il processo civile, per chiedere i danni, ai clienti della commercialista assisana che, accusata di essersi appropriata di 100.000 euro, è stata prosciolta dalle accuse. La donna avrebbe dovuto tenere la contabilità e pagare i contributi dei clienti (imprenditori, partite iva, commercianti, persino un sacerdote), ma si sarebbe appropriata indebitamente di somme per oltre 100.000 euro nell’ambito di due distinti procedimenti avviati dalla Procura della Repubblica di Perugia. Lunedì, la professionista – difesa dall’avvocata Carla Archilei – è stata prosciolta dal giudice per intervenuta prescrizione: dai fatti contestati al processo è passato troppo tempo.

Le parti civili – rappresentate dagli avvocati Delfo Berretti e Bartoli – agiranno in sede civile per chiedere i danni alla professionista. I fatti contestati alla commercialista risalgono in parte al 2013, quando sette persone si sono viste scrivere dall’agenzia delle entrate per non aver pagato le tasse; l’altro troncone riguarda l’accusa di appropriazione indebita per oltre 38mila euro, adempimenti fiscali di una ditta che non sarebbero mai stati versati al fisco. A un altro imprenditore, invece, la donna – sempre secondo le accuse – avrebbe rubato circa 9.000 euro, nascondendo poi i documenti.


Condividi su:


Aggiungi un commento