Clamoroso, Coop potrebbe vendere ex zuccherificio Foligno / Sfuma progetto Gae Aulenti? - Tuttoggi

Clamoroso, Coop potrebbe vendere ex zuccherificio Foligno / Sfuma progetto Gae Aulenti?

Redazione

Clamoroso, Coop potrebbe vendere ex zuccherificio Foligno / Sfuma progetto Gae Aulenti?

Ven, 20/12/2013 - 22:07

Condividi su:


Il consiglio comunale di Foligno è avvertito: o prenderà una decisione entro il prossimo mese di gennaio o Coop Centro Italia venderà l’ex zuccherificio, l’area interessata dal progetto di riqualificazione firmato a suo tempo dalla compianta Gae Aulenti/Araut e per il quale sono stati previsti più di 100 milioni di euro di investimenti e 300 posti di lavoro. La decisione, clamorosa, è stata presa quest’oggi dal Consiglio di sorveglianza di Coop riunita in seduta straordinaria dopo l’intervento del presidente Giorgio Raggi che aveva stigmatizzato l’inerzia della politica folignate. Leggiamo la nota: “Dopo la presentazione pubblica avvenuta il 15 marzo 2012 del progetto Gae Aulenti/ARAUT, nonché dopo la riformulazione dello stesso in due ipotesi alternative con relativo inserimento del Parco delle Scienze – riformulazione formalmente presentata al Sindaco il 3 maggio 2013 – Coop Centro Italia ha aspettato una risposta annunciata prima per il 30 ottobre e poi per il 30 novembre. Si fa notare che tutto il percorso di questi ultimi 20 mesi è stato concertato con l’Amministrazione Comunale, peraltro presente in tutte le occasioni di pubblica partecipazione. Ad oggi il dato certo è che la maggioranza ha deciso di non decidere. Con la presente il Consiglio di Sorveglianza di Coop Centro Italia chiede: a) Un atto di indirizzo da parte del Consiglio Comunale al quale possa essere permesso di fare una scelta pubblica. Si crede infatti che l’assunzione di responsabilità relativa alla decisione in merito a ciò che con tutta evidenza appare strategico per la città debba essere assunta da parte del massimo Organismo di rappresentanza; b) Tempi brevi per il pronunciamento, possibilmente entro il prossimo mese di gennaio, al fine di poter programmare tempi e modi per la realizzazione dell’investimento. In assenza di un dibattito e di una decisione da parte del massimo Organismo cittadino o in presenza di un diniego da parte dello stesso sia dell’ipotesi 1 che dell’ipotesi 2 (come già detto formalmente presentate) Coop Centro Italia decide – ora per allora – di mettere in vendita il terreno con le relative autorizzazioni edificatorie già concesse e in proprio possesso. Trattasi in questo caso di una rinuncia all’investimento in via definitiva”.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!