Città della Pieve, sabato si presenta “Game Over-Future C(o)ulture”

Città della Pieve, sabato si presenta “Game Over-Future C(o)ulture”

Redazione

Città della Pieve, sabato si presenta “Game Over-Future C(o)ulture”

Gio, 09/12/2021 - 12:07

Condividi su:


Obiettivo è rendere Città della Pieve un centro “format” per sostenibilità ecologica ed economica su tutto il territorio nazionale e internazionale

Sarà presentato sabato 11 dicembre alle 18.30 al Teatro degli Avvaloranti a Città della Pieve “Game Over-Future C(o)ulture”, progetto ideato e promosso da VILLAM e realizzato con Arshake.

“L’iniziativa – spiegano gli organizzatori – ha l’obiettivo di costituire una squadra di nuova generazione che possa, in maniera pratica con il supporto teorico e concreto di esperti, creare innovazioni tramite contaminazioni, con l’obiettivo centrale: la sostenibilità, rendendo Città della Pieve un centro culturale di partenza, pronto a farsi “format” per sostenibilità ecologica ed economica su tutto il territorio nazionale e internazionale”.

“GAME OVER. Future C(o)ulture” si basa sull’urgenza di dover agire, di portare l’arte al servizio della ricostruzione coinvolgendo eccellenze di diverse generazioni impegnate con la ricerca in campi come robotica, intelligenza artificiale, visualizzazione dati, riciclo e design con bio – materiali, nanotecnologia, invitati a sperimentare le loro idee ripartendo dalla terra.

Città della Pieve e un’azienda agricola del territorio saranno dal 2022 il fulcro di questo progetto in divenire che darà valore alla cultura nazionale. Anita Calà (Villam) e Elena Giulia Rossi (Arshake) cureranno questa operazione artistica “rivoluzionaria”.

Dal 2022 inizieranno gli appuntamenti, eventi, incontri e workshop con figure attive su scala globale, tutte radicate in una formazione umanistica ma da molto tempo impegnate ad indagare ambiti interdisciplinari tra arte, scienza, ecologia e tecnologia. Inoltre Città della Pieve aprirà le porte a giovani inventori che saranno invitati con una serie di residenze.

Per questo primo incontro con il pubblico al Teatro degli Avvaloranti, a cui prende parte anche l’Amministrazione comunale, sono presenti le ideatrici del progetto Anita Calà, Elena Giulia Rossi con Alessandro Giuggioli, insieme ad alcuni esperti coinvolti nel progetto che esporranno i loro punti di vista sul tema, rendendo partecipi i presenti, proponendo con uno scambio diretto idee di soluzioni per le necessità del territorio. Un’operazione di ricostruzione che parte da una pagina bianca ancora tutta da scrivere.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!