Centrale di spaccio in una struttura abbandonata di Castiglione | Due arresti dei Carabinieri - Tuttoggi

Centrale di spaccio in una struttura abbandonata di Castiglione | Due arresti dei Carabinieri

Redazione

Centrale di spaccio in una struttura abbandonata di Castiglione | Due arresti dei Carabinieri

Sab, 26/12/2020 - 17:10

Condividi su:


La ricerca ha consentito di recuperare ulteriori 25 grammi di cocaina, 3 di marijuana, e 620 grammi di sostanza da taglio,

Intensificati i servizi di controllo antidroga della Compagnia Carabinieri di Città della Pieve

Lo scorso 23 dicembre, sono state infatti arrestate due persone per l’ipotesi di reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

I militari della Stazione Carabinieri di Castiglione del Lago, supportati dalla Polizia Municipale del luogo e coadiuvati dal servizio cinofilo della Guardia di Finanza di Perugia, hanno fermato in flagranza, due ventenni, di nazionalità italiana: il primo, residente nel senese e già noto alle forze di polizia, mentre il secondo residente nel territorio del lago.

I ragazzi hanno attirato l’attenzione dei Carabinieri, poiché erano stati visti entrare ed uscire più volte, e in maniera sospetta, da una struttura disabitata.

A questo punto i due giovani sono stati fermati per un controllo che vista l’agitazione dei due si è anche trasformata in una perquisizione personale che ha permesso di ritrovare su uno dei giovani, 2 involucri trasparenti di cellophane contenenti, uno cinque grammi di cocaina e l’altro 5 grammi di sostanza da taglio.

Gli accertamenti si sono quindi estesi alle abitazioni dei due e alla struttura disabitata, che per la sua vasta estensione ha richiesto l’intervento dell’unita cinofila della Guardia di Finanza.

La ricerca ha consentito di recuperare ulteriori 25 grammi di cocaina, 3 di marijuana, e 620 grammi di sostanza da taglio, un bilancino di precisione e bustine in plastica per il confezionamento.

Gli arrestati sono stati condotti presso gli uffici della Stazione Carabinieri di Castiglione del Lago per le incombenze di rito.

Successivamente, sono stati accompagnati, in permanenza domiciliare, presso le loro abitazioni, in attesa del rito per direttissima, che si è svolto il 24 dicembre 2020, a conclusione del quale l’Autorità Giudiziaria ha convalidato gli arresti.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!