Castiglione, piscina comunale senza pace

Castiglione, piscina comunale senza pace

M5s: dalla precedente gestione bollette non pagate per 110mila euro

share

Non c’è pace per la piscina comunale di Castiglione del Lago, la cui gestione, dopo due gare andate deserte, nei giorni scorsi è stata finalmente assegnata, alla Virtus Buonconvento. Nel frattempo,secondo quando denuncia il Movimento 5 stelle di Castiglione, emergono dalla gestione precedente bollette di luce e gas non pagate per oltre 110.000 euro.

Ma non essendo state fatte le volture dei contratti, il conto è rimasto a chi gestiva ancora prima la struttura, la società Listro Srl, il cui capitale è detenuto interamente dal Comune di Castiglione del Lago.

La Listro, pur essendo stata messa in liquidazione dal gennaio 2013 – prosegue il M5s – inspiegabilmente non è stata mai chiusa nonostante il comune abbia sborsato contributi straordinari per un totale di 50.000 euro, prima per pagare i vecchi debiti poi per mettere in liquidazione la società. Benché nei fatti inattiva, la Listro S.r.l. si ritrova ora sul groppone un maxidebito di oltre 110mila euro. C’è voluto il decreto ingiuntivo del giudice per far venire alla luce i passivi della società“.

Tra l’altro, sembra che oltre alle bollette, la precedente gestione non abbia neanche pagato 7mila euro di tari. “E ora – si chiede il M5s – chi paga?“.

share

Commenti

Stampa