Carta di Milano, Perugia e Assisi firmano per diritto al cibo - Tuttoggi

Carta di Milano, Perugia e Assisi firmano per diritto al cibo

Redazione

Carta di Milano, Perugia e Assisi firmano per diritto al cibo

"I due pani" del sindaco Ricci | Presenti anche le Università con Moriconi e Paciullo
Ven, 05/06/2015 - 20:36

Condividi su:


Al termine del Consiglio Comunale aperto di Venerdì 5 giugno, il Rettore dell’Università degli Studi di Perugia, Franco Moriconi, il Rettore dell’ Università per Stranieri di Perugia Giovanni Paciullo, il Vicesindaco di Perugia Urbano Barelli e il Sindaco di Assisi Claudio Ricci hanno sottoscritto la Carta di Milano per il diritto al cibo. L’adesione è avvenuta online, direttamente sul sito http://carta.milano.it, dove chiunque lo desideri può sottoscrivere il documento.

Quindi, lo stesso Vicesindaco Barelli e il Sindaco Ricci hanno proceduto alla firma del protocollo d’intesa tra le due città, finalizzato al proseguimento fattivo della collaborazione tra il capoluogo e la città serafica, già avviato con la marcia della pace e con la candidatura a Capitale Europea della Cultura 2019. “Non a caso abbiamo voluto firmarlo oggi – ha precisato il Vicesindaco Barelli – in occasione della Giornata Mondiale dell’Ambiente, perché vogliamo rafforzare la vicinanza tra le due città anche sulle tematiche ambientali”.

Il Sindaco Ricci, nella presentazione del protocollo all’assemblea, ha sottolineato come con esso il rapporto tra Perugia e Assisi si consolidi in maniera definitiva, con una collaborazione strutturalmente continua che coinvolge tutti gli uffici dei due enti nel “fare” concreto, non solo nell’ambito culturale e turistico, ma anche e soprattutto in quello ambientale. “L’ambiente – ha detto Ricci – oggi è sempre più un’opportunità che bisogna affrontare con lo spirito francescano della tutela dinamica, dell’interazione con l’ambiente stesso”.

Ricci ha quindi concluso con un richiamo al concetto ghandiano dei “due pani” quello fisico, il diritto al cibo sancito appunto dalla Carta di Milano, e quello dell’anima, che comporta anche la valorizzazione e la tutela dell’ambiente in cui viviamo e di cui siamo parte.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!