Cannara, ripresi gli scavi nell’area Urvinum Hortense | Accordo Comune-UniPerugia

Cannara, ripresi gli scavi nell’area Urvinum Hortense | Accordo Comune-UniPerugia

Alle attività di ricerca, programmate fino al prossimo 27 luglio, prendono parte complessivamente circa cento persone tra dottorati, dottorandi e specializzandi

share

Grazie alla convenzione sottoscritta tra l’Amministrazione Comunale di Cannara e l’Università degli Studi di Perugia, Corsi di Laurea in Beni Culturali e in Archeologia e Storia dell’Arte del Dipartimento di Lettere, sono ripresi in questi giorni gli scavi archeologici nell’area dell’antica Urvinum Hortense presso la frazione collinare di Collemancio.

Alle attività di ricerca, programmate fino al prossimo 27 luglio, prendono parte complessivamente circa cento persone tra dottorati, dottorandi e specializzandi dell’Università di Perugia, oltre che studenti dello stesso ateneo, nonché studenti provenienti da altre università italiane e di diverse città del mondo. Le indagini in parte amplieranno le aree portate alla luce durante gli scavi dello scorso anno, e in parte insisteranno su nuove aree interne alla città romana.

Oltre ad acquisire nuovi dati per la conoscenza di Urvinum Hortense, l’obiettivo dell’attività archeologica è anche quello di poter rendere fruibili celermente nuove porzioni dell’abitato. Durante il periodo delle attività di scavo archeologico saranno organizzate visite guidate per il pubblico, di cui sarà data notizia a cura della direzione
scientifica.

share

Commenti

Stampa