“Grave che Candiani abbia ammesso di avermi denigrato sulla base di una lettera anonima”

“Grave che Candiani abbia ammesso di avermi denigrato sulla base di una lettera anonima”

L’assessore all’Ambiente Secondi risponde al Senatore della Lega sul caso ‘Voti per lavoro’, “Tanto più la cosa è grave in quanto il fatto è avvenuto nella sede istituzionale più alta”

share

All’indomani delle parole del Senatore leghista Stefano Candiani, tornato ieri sulla questione riguardante la presunta lettera anonima che denuncia assunzioni alla Sogepu in cambio di voti, l’assessore all’Ambiente Luca Secondi, tirato in causa dalla missiva e dallo stesso esponente del Carroccio, non ha fatto attendere la sua risposta:

Solo oggi, a distanza di 15 giorni e senza dar cenno del benché minimo segno di vergogna, il senatore Candiani ammette di avermi fatto oggetto di attacchi denigratori facendo proprio il contenuto di una lettera anonima. Tanto più la cosa è grave in quanto il fatto è avvenuto nella sede istituzionale più alta. Non sembra che i fatti meritino ulteriori commenti

Ovviamente – conclude Secondi – tutte le valutazioni e le risposte verranno evidenziate e rese nelle sedi giudiziarie da me già attivate“.

share

Commenti

Stampa