Calendario venatorio, Nata Libera: "Avanti come da bozza, attenzione ai ricorsi"

Calendario venatorio, Nata Libera: “Avanti come da bozza, attenzione ai ricorsi”

Redazione

Calendario venatorio, Nata Libera: “Avanti come da bozza, attenzione ai ricorsi”

Dom, 11/07/2021 - 15:15

Condividi su:


L'appello dell'associazione perugina alla Giunta regionale: bene, si segue il modello Marche | Parere Ispra: inserire pausa per il colombaccio

Cacciatori umbri in attesa del Calendario venatorio. “Non ci interessa aspettare. L’importante è che sia veramente nuovo e ci sia tutto il possibile, come ad esempio nel Calendario della Regione Marche” afferma Claudio Tortoioli, presidente dell’Associazione Nata Libera Perugia.

Che ricorda come il comune di  Perugia sia quello con la percentuale più alta di cacciatori tra tutti i maggiori comuni italiani, a testimonianza del radicamento della caccia in Umbria. Che coinvolge anche tanti giovani.

L’apprezzamento per la bozza del Calendario venatorio

Per Tortoioli la bozza del Calendario venatorio umbro ha trovato tanti apprezzamenti tra i cacciatori, in particolare per la preapertura al primo settembre e altre giornate, tortora, colombaccio, corvidi e alcuni anatidi,  quaglia dal 10 settembre, e apertura generale la terza domenica.

“Evitare i ricorsi”

“Sappiamo tutti che il parere dell’Ispra non è assolutamente vincolante. Fondamentale invece – aggiunge – è non incorrere in ricorsi. Quindi va assolutamente messa in calendario una pausa per il colombaccio, come fanno altre Regioni, che possa garantire il prelievo anche a coloro che lo vogliono cacciare la seconda quindicina di gennaio”.

Fin qui la soddisfazione per la bozza, le soluzioni temporali, il prelievo minimo per la tortora, l’altissimo apprezzamento “da parte della  più evoluta realtà venatoria regionale, anche se nel resto d’Europa la stagione venatoria inizia quasi ovunque prima che in Italia”.

Gli ostacoli e l’appello alla Giunta

Quanto alle critiche, Tortoioli commenta: “Una  fronda minoritaria e nefasta cerca di impedire che la Giunta Tesei e l’assessore Morroni possano  emanare un buon Calendario, veramente apprezzato. In sostanza – prosegue – l’obbiettivo di alcuni, spavaldi presenti in varie realtà, è scontentare i cacciatori e impedire che la Giunta Tesei conceda di più di quanto concesso dalle Giunte di sinistra, strettamente legate ad alcune delle maggiori associazioni”.

“Invitiamo la presidente Tesei, l’assessore Morroni e tutte le forze politiche  di maggioranza e opposizione – è l’invito di Nata libera Perugia – alla emanazione di un Calendario venatorio che segua la bozza emanata”.
Associazione venatoria ambientale Nata libera Perugia 

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!