Cade da ferrata e resta sospesa nel vuoto, paura per una 23enne tifernate

Cade da ferrata e resta sospesa nel vuoto, paura per una 23enne tifernate

La ragazza era regolarmente legata al cavo d’acciaio ma per lo choc non è più riuscita a risalire | A salvarla la presenza del fidanzato, che ha fatto intervenire l’elicottero

share

Brutta avventura, ieri pomeriggio (sabato 13 luglio), per una 23enne di Città di Castello sulle montagne dell’alto appennino reggiano. La ragazza, insieme al fidanzato, stava salendo la ferrata del Dolo in località Civago (Comune di Villa Minozzo, provincia di Reggio Emilia), quando giunta nel tratto più ripido è scivolata per qualche metro.

La caduta è stata fermata dal cavo d’acciaio dove era regolarmente assicurata con idonea attrezzatura. Lo choc, però, è stato tale da non riuscire più a proseguire verso la vetta. Il fidanzato, vista la situazione, ha chiesto aiuto al 118 che ha inviato sul posto la squadra in pronta disponibilità del Soccorso Alpino e Speleologico, l’ambulanza di Villa Minozzo e l’elicottero di Pavullo.

Arrivato in zona l’elicottero, dopo aver valutato l’ambiente, ha calato con il verricello il tecnico di elisoccorso che, dopo aver tranquillizzato la ragazza, ha poi provveduto al recupero trasportandola fino al campo sportivo di Civago. Il fidanzato è stato riaccompagnato dai tecnici territoriali in una zona sicura, dove ha poi raggiunto l’autovettura. La donna non ha riportato problemi di tipo sanitario.

share

Commenti

Stampa