Caccia, sabato apertura generale: le regole

Caccia, sabato apertura generale: le regole

Massimo Sbardella

Caccia, sabato apertura generale: le regole

Ven, 23/09/2022 - 20:39

Condividi su:


Dopo il pronunciamento del Tar ripristinato il pieno Calendario venatorio: le norme per le tre giornate di settembre

Sabato 24 settembre inizia l’apertura generale della stagione venatoria in Umbria, dopo la falsa partenza di domenica 18, in cui, a seguito della sospensiva inizialmente accordata dal Tar al ricorso presentato dagli ambientalisti, i cacciatori hanno sparato solo a colombaccio, merlo e corvidi.

Da sabato 24 si torna quindi al Calendario venatorio iniziale, con le regole per le giornate di caccia di settembre (le rimanenti sono appunto sabato 24, domenica 25 e mercoledì 28).

Allerta meteo per sabato,
la comunicazione della protezione civile

Le specie cacciabili

Sono quindi cacciabili le seguenti specie: quaglia, coniglio selvatico, fagiano, merlo, starna, pernice rossa, silvilago, alzavola, marzaiola, germano reale, colombaccio, ghiandaia, cornacchia grigia, gazza, beccaccia, beccaccino, canapiglia, cesena, codone, fischione, folaga, frullino, gallinella d’acqua, mestolone, porciglione, tordo bottaccio, tordo sassello, volpe, lepre.

I divieti

La caccia è vietata per dieci anni nelle zone interessate da incendi. Vietato creare appostamenti temporanei con piante che hanno valore economico o protette.

La caccia alla beccaccia è consentita esclusivamente con l’ausilio di cani da ferma o da cerca.

La giornata venatoria

La giornata venatoria inizia alle 6.20 e termina alle 19.15.

Carniere

Per ogni giornata di caccia il carniere consentito è il seguente:

  • fagiano, starna, lepre, coniglio selvatico: due capi complessivi di cui una sola lepre e una sola starna;
  • quaglia, codone: 5 capi, con un massimo di 25 a stagione;
  • tordo bottaccio, tordo sassello, merlo e cesena: 20 capi complessivamente;
  • allodola: 10 capi con un massimo di 50 a stagione;
  • alzavola, canapiglia, fischione, germano reale, marzaiola, mestolone, moretta, folaga, gallinella d’acqua, porciglione, beccaccino, frullino, colombaccio: 10 capi complessivamente;
  • beccaccia: 3 capi con un massimo di 20 a stagione
  • il numero massimo complessivo giornaliero di selvaggina migratoria è di 20 capi.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!