Caccia, rinviata l'audizione dell'assessore Cecchini - Tuttoggi

Caccia, rinviata l’audizione dell’assessore Cecchini

Redazione

Caccia, rinviata l’audizione dell’assessore Cecchini

Guardie venatorie, la lettera inviata da Solinas a Presenzini
Gio, 22/11/2018 - 10:00

Condividi su:


Rinviata alla prossima settimana l’audizione in III Commissione regionale dell’assessore Fernanda Cecchini e dei funzionari degli uffici competenti in materia venatoria. Una richiesta effettuata dal capogruppo della Lega, Emanuele Fiorini, per fare chiarezza sulle guardie venatorie operanti nel territorio regionale abilitate ad effettuare controlli ai cacciatori e ad elevare sanzioni ai trasgressori della legge. In particolare, secondo le eccezioni sollevate ormai da un anno dalla Libera Caccia, che tramite il proprio legale Marzio Vaccari ha posto quesiti formali a tutti i livelli istituzionali (quesiti ai quali, nonostante varie sollecitazioni, non è stata mai data una risposta), Fiorini chiedeva di verificare il possesso del decreto provinciale da parte di alcuni associati del Wwf, tra cui il coordinatore regionale delle guardie venatorie del Wwf, Sauro Presenzini. Proprio per questo, l’esponente della Lega aveva chiesto al presidente della Commissione di ascoltare direttamente Presenzini, ma Solinas ha ritenuto più corretto ascoltare prima l’assessore Cecchini e gli uffici.

Anzi, di fronte alle notizie di una possibile “convocazione” di Presenzini, il coordinatore del Wwf aveva scritto al presidente Solinas lo scorso 16 dicembre, ottenendo in risposta la conferma che non era stata disposta “alcuna convocazione in audizione della sua persona“. Solinas ritiene tra l’altro che l’assessore Cecchini ed i responsabili degli uffici regionali possano sciogliere il nodo su chi sia abilitato a controllare i cacciatori e chi no.


Caccia, in attesa di Presenzini la Regione convoca Cecchini


Solinas, tuttavia, non esclude che in futuro possa essere utile invitare in Commissione anche Presenzini. A cui infatti, nella sua lettera, scrive: “Qualora la Commissione ritenesse utile acquisire ulteriori informazioni sul tema – quello cioè inerente le competenze e le modalità con cui le guardie particolari giurate delle associazioni ambientaliste svolgono controlli sull’attività faunistica venatoria e ambientale – sarà nostra cura chiedere la Sua disponibilità ad intervenire in audizione presso la Commissione“.

Nel frattempo, le guardie venatorie continuano a fare multe ed i cacciatori a presentare ricorsi. Senza che su questa vicenda, in Umbria, si riesca a mettere un punto.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!