Atc3, Novelli attacca ancora: "Convegno autocelebrativo, i nodi per i cacciatori restano"

Atc3, Novelli attacca ancora: “Convegno autocelebrativo, i nodi per i cacciatori restano”

Massimo Sbardella

Atc3, Novelli attacca ancora: “Convegno autocelebrativo, i nodi per i cacciatori restano”

Mer, 18/05/2022 - 13:58

Condividi su:


Il rappresentante della Libera Caccia, escluso dall'Ufficio di presidenza, parla dei punti che non sono stati toccati nell'iniziativa ternana

Un momento “autocelebrativo”, in cui i vertici dell’Atc3 del Ternano, anziché “sviscerare i problemi del territorio e confrontarsi sulle possibili soluzioni”, hanno strizzato l’occhio “al politico di turno” per “legittimare il modo di gestione”. Massimo Novelli, componente della stessa Atc 3 in quota Libera Caccia, è rimasto fortemente deluso dall’esito dell’iniziativa che si è svolta a Terni, organizzata dall’Atc. Del resto, già durante il convegno il presidente provinciale della Libera Caccia, Sauro Zara, nel suo intervento era stato molto critico sia nei confronti della gestione dell’Atc3, sia sulla politica dell’assessore regionale alla Caccia, Roberto Morroni, presente all’incontro.


Atc3, il punto su ripopolamenti, danni, vigilanza


Massimo Novelli non è potuto intervenire. “Perché – lamenta – sono stati coinvolti solo i membri dell’Ufficio di presidenza”.

Eppure, in un passaggio della relazione di Prosperini, Novelli è stato in qualche modo citato, senza che venisse fatto il suo nome. Quando si è fatto riferimento alle “incomprensioni” che ci sono state negli ultimi mesi, portando a “dimissioni o revoche”. Tra i revocati dal loro incarico c’è appunto Massimo Novelli, rimosso dall’Ufficio di presidenza. “Incomprensioni” a cui Prosperini imputa anche “qualche ritardo” nell’attività dell’Atc3. Un riferimento che non è andato proprio giù a Novelli, anche alla luce di come era avvenuto il cambio dei vertici Atc3, con le dimissioni dello stesso Prosperini, poi riconfermato con la nuova nomina senza i due rappresentanti “scomodi”.

Novelli evidenzia che i ritardi nell’attuare adeguate politiche sul territorio erano proprio una delle questioni che lo avevano messo in una posizione critica nei confronti dei vertici dell’Atc3. “Ma soprattutto – ricorda – le mie critiche erano tese ad evidenziare un modo di gestione fallimentare, sui recinti, le Zrc e le Art. E sulla scelta di realizzare i distretti di cui si è parlato anche nella relazione. Distretti – chiarisce Novelli – che non sono obbligatori. E che soprattutto consentiranno in via esclusiva la caccia e la selezione ai pochi privilegiati iscritti al distretto. Ma tutto ciò che l’Atc3 non è riuscito a fare, evidentemente per incompetenza, viene paradossalmente imputato a chi chiedeva conto dei risultati delle scelte fatte e trasparenza nelle rendicontazioni di quanto speso. Anche in ragione della vicenda della Corte dei conti a tutti nota”.

Secondo Novelli, i soldi degli Atc, quindi dei cacciatori, non vengono spesi per servire il mondo venatorio. “Basta fare due conti – afferma – relativamente, ad esempio, ai recinti per l’ambientamento delle lepri. Una spesa che, nel migliore dei casi, si potrà coprire in almeno dieci anni. Eppure, di fronte a queste evidenze, si perseguono politiche che non trovano alcun riscontro, né dal punto di vista economico, né nella soddisfazione dei cacciatori. E di esempi nei potrei fare tanti…”.

Ma Novelli contesta il convegno di Terni anche sul piano politico: “Si strizza l’occhio al politico di turno. Si parla di cambiamento, di innovazione, ma poi il risultato mi sembra, piuttosto, gattopardesco: cambiare, a parole, tutto, affinché nulla cambi, a discapito di tutti i cittadini”.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!