ALLARME CALDO: L'ONDATA DI AFA NON RISPARMIA PERUGIA - Tuttoggi

ALLARME CALDO: L'ONDATA DI AFA NON RISPARMIA PERUGIA

Redazione

ALLARME CALDO: L'ONDATA DI AFA NON RISPARMIA PERUGIA

Lun, 11/07/2011 - 14:30

Condividi su:


L'ondata di caldo che sta investendo il centro Italia in questi giorni non risparmia Perugia. Domani la temperatura massima percepita sarà di 36 gradi e mercoledì di 37 gradi, il che significa che, secondo il Sistema di allarme per la prevenzione degli effetti delle ondate di calore sulla salute, si toccherà il Livello 3. Stesso livello anche per la giornata odierna con temperatura massima percepita di 34 gradi. Lo comunica il bollettino della Protezione civile, che ha precisato che si tratta di condizioni meteorologiche che persistono per tre o più giorni consecutivi, per le quali è necessario adottare interventi di prevenzione mirati alla popolazione a rischio.

L'amministrazione comunale ha reso noto che, in conformità con quanto contenuto nel piano Comunale di gestione per l’emergenza calore 2011, viene istituita presso l’Unità Operativa Ambiente e Protezione Civile con sede a Pian di Massiano, Strada Santa. Lucia n. 2, la sala operativa comunale, attiva dalle ore 8 alle ore 18 per tutta la durata dell’emergenza di Livello 3. Il comune di Perugia, inoltre, invita in una nota la popolazione a bere più liquidi (in particolare acqua), stare in casa o in zone ombreggiate e fresche e, se possibile, in ambienti condizionati nelle ore di maggiore insolazione (tra le 11 e le 15), ventilare l'abitazione, specie se si percepisce un surriscaldamento corporeo. Nelle ore più calde, se non si ha un condizionatore in casa, è consigliabile fare docce e bagni extra o recarsi in luoghi vicini in cui vi sia l'aria condizionata (per esempio, cinema, centri commerciali, biblioteche), indossare abiti leggeri, di colore chiaro, non aderenti, anzi sciolti, per permettere la circolazione dell'aria sul corpo, evitare esercizi fisici non necessari all'aperto o in luoghi non condizionati ed evitare l'esposizione inutile al sole diretto. Nel caso in cui si debbano svolgere attività all'aria aperta, continua il vademecum dell'amministrazione, è bene: limitarle alle ore mattutine e serali, preferire pasti leggeri e fare attenzione all'opportuna conservazione dei cibi, non sostare in automobili ferme al sole né lasciare mai persone, specialmente bambini o anziani, né animali domestici in auto o altri veicoli chiusi.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!