Alla politica non piace la stampa / Tuttoggi nel mirino / Momenti di tensione durante il consiglio comunale a San Gemini - Tuttoggi

Alla politica non piace la stampa / Tuttoggi nel mirino / Momenti di tensione durante il consiglio comunale a San Gemini

Redazione

Alla politica non piace la stampa / Tuttoggi nel mirino / Momenti di tensione durante il consiglio comunale a San Gemini

Ven, 29/11/2013 - 22:40

Condividi su:


Luca Biribanti
5015 anime o giù di li. Il comune di San Gemini ha superato i 5000 abitanti , numero che delimita la soglia oltre la quale indennità e compensi dei politici subiscono un sostanzioso ritocco. Grazie a un incremento di quasi +1 della popolazione, dal gennaio 2014 il sindaco, il vicesindaco e gli assessori avranno diritto a un cospicuo incremento dei rimborsi. In considerazione di questi dati il capo dell'opposizione, Gianni Medei, aveva chiesto che gli amministratori avessero rinunciato all'aumento, vista la particolare situazione di crisi generale, e più in particolare quella che ha colpito gli stabilimenti della Sangemini. Dopo la richiesta di dibattito sulla sala consiliare è calato il gelo, fin quando l'acuto consigliere della maggioranza, Fabio Corsetti, non ha avuto la brillante intuizione: “Se è una legge è legge punto, non c'è altro da dire”. Certo come dare torto al Corsetti che aggiunge con convinta oratoria: “il presidente non avrebbe neanche dovuto accettare un'interrogazione simile”. Certo era scontato che l'aumento fosse dovuto agli amministratori visto gli straordinari che saranno costretti a fare per l'aumento di ben 15 persone da amministrare.
Ma, dati alla mano, vediamo come cambieranno i rimborsi:
il sindaco da circa 2mila euro al mese passerà a circa 2800; il vicesindaco invece del 20% prenderà il 50% del sindaco; gli assessori passeranno dal 15 al 45% del sindaco.
Come ricordato da Medei, questi aumenti non sono 'imposti' per legge ma costituiscono il tetto massimo entro il quale possono essere aumentati i rimborsi.
Le parole di Corsetti hanno scatenato l'ira della consigliera Sara Masci (ex vicesindaco che si è staccata dalla maggioranza) che ha iniziato a inveire: “è una vergogna, come cavolo ti viene in mente di dire se prendono di più si vede che se lo meritano. In una situazione simile ci mettiamo a discutere di queste cose – poi la Masci piazza il colpo di grazia – tremo dalla rabbia che mi è venuta, è una cosa vergognosa, e ritengo vergognoso che gli amministratori in una situazione del genere non abbiano detto…”
A questo punto il consigliere Vanio Ortenzi si alza dallo scranno e si avvicina con fare minaccioso oscurando con la mano l'obiettivo e dicendo: “Lei ha l'autorizzazione per fare queste riprese?”
Spegniamo la telecamera vista la tensione della situazione e che anche gli assessori hanno iniziato a inveire, in particolar modo l'assessore Proietti che tuona “se io non voglio essere ripreso o fotografato durante il consiglio ne ho facoltà”, ma probabilmente non sa, o fa finta di non sapere, che i comuni più seri trasmettono in diretta streaming i consigli comunali; evidentemente questo comune non ama la trasparenza delle proprie pratiche.
Per la cronaca, la mozione di Medei è stata respinta con 4 voti favorevoli, 2 astenuti e 9 contrari. Inutile precisare che i contrari sono stati quelli del sindaco, del vicesindaco e degli assessori.
©Riproduzione riservata

modoficato alle 23:16

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!