“Al Trasimeno un nuovo indirizzo scolastico per il settore turistico”

“Al Trasimeno un nuovo indirizzo scolastico per il settore turistico”

La proposta della Lega di Magione

share

Il comprensorio del Trasimeno è un importante polo turistico e la presenza di attività ricettive è di assoluta rilevanza, come lo è la presenza di personale preparato per l’accoglienza di turisti italiani e stranieri. E’ per questo che riteniamo utile la presenza a Magione di un istituto professionale a indirizzo ‘Servizi per l’enogastronomia e l’ospitalità alberghiera’, meglio noto in passato come istituto professionale alberghiero”. E’ questa la proposta che arriva dalla Lega Magione attraverso le parole del responsabile comunale Andrea Cacioppi e dei consiglieri comunali Marco Menconi e Michela Alvisi.

La proposta nasce dal fatto che in un territorio a vocazione prettamente turistica come quello del Trasimeno, manca una realtà di questo tipo e il più vicino istituto alberghiero frequentabile è quello di Assisi, il che comporta costi aggiuntivi da sostenere per i genitori a causa di mezzi di trasporto e spese di convitto. Si tratterebbe inoltre – spiegano Alvisi, Menconi e Cacioppi – di una realtà unica nel territorio che darebbe risalto a Magione diventandone un punto di forza. Il turismo deve tornare a essere per il Trasimeno e le sue giovani generazioni una risorsa. I diplomati in questo tipo di indirizzo, acquisiscono approfondite competenze nei settori di ristorazione e ospitalità alberghiera, garantendosi importanti sbocchi lavorativi. Oltre alle competenze “pratiche” acquisite tramite laboratori di cucina, sala, vendita, accoglienza turistica gli alunni acquisiscono anche competenze ‘teoriche’ come ad esempio tecniche di comunicazione e di gestione dei servizi, strategie di promozione e valorizzazione di tradizioni locali nonché del patrimonio ambientale-artigianale-culturale, conoscenza di lingue straniere, programmazione di eventi. La formazione dei ragazzi in questi settori – concludono dalla Lega Magione – è sicuramente un punto di partenza per il potenziamento e l’ampliamento dell’offerta turistica futura e la promozione del territorio del Trasimeno. Inoltre si potrebbero creare tra l’istituto e le attività ricettive presenti, importanti sinergie dando vita anche a collaborazioni per l’organizzazione di eventi mirati e programmati nel corso di tutto l’anno”.

share

Commenti

Stampa