Al Museo Nazionale del Ducato di Spoleto, l’Intelligenza nelle mani dei Longobardi

Al Museo Nazionale del Ducato di Spoleto, l’Intelligenza nelle mani dei Longobardi

Una speciale sezione dedicata, nell’ambito della mostra diffusa “Longobardi in vetrina”

share

 

Nell’ambito della mostra diffusa Longobardi in vetrina, il Museo ospiterà una sezione dedicata all’Intelligenza nelle mani. L’integrazione della tradizione romano-bizantina nella cultura longobarda in un scambio fra Roma e Spoleto.

Il tema scelto propone di illustrare i saperi tecnici-produttivi dei Longobardi in Italia e di individuare i processi che portarono questo popolo a integrare il loro patrimonio tecnico, tipico delle popolazioni germaniche, con quello romano-bizantino di matrice mediterranea, in un periodo di passaggio tra il periodo tardo antico e l’alto medioevo.

Per illustrare le abilità artigianali dei Longobardi sono stati perlopiù selezionati oggetti in metallo provenienti dalle necropoli di Nocera Umbra (PG) e Castel Trosino (AP), realizzati utilizzando tecniche diverse: fusione a stampo, cloisonné, punzonatura, filigrana, agemina, e niello.

Non manca infine un breve accenno alla produzione ceramica che presenta caratteristiche proprie ben individuabili.

share

Commenti

Stampa