Addio Coppa Italia. Foligno Calcio Teramo 2-2. Non basta - Tuttoggi

Addio Coppa Italia. Foligno Calcio Teramo 2-2. Non basta

Redazione

Addio Coppa Italia. Foligno Calcio Teramo 2-2. Non basta

Lun, 27/08/2012 - 14:22

Condividi su:


Fra.Ba.

Termina con un infruttuoso pareggio lo scontro tra il Foligno Calcio di Giovanni Tedesco e il Teramo. Dopo la deludente prestazione nella partita contro l’Aquila, i falchetti si riscattano a metà con un risultato – il 2-2 – che non scalda gli animi, ma quantomeno dimostra che in campo la voglia di vincere c’è e si vede. Le prime due reti sono a favore del Teramo, giunte al 19’ e al 37’ del primo tempo, opera di Ferrari e Bucchi. Poco prima del fischio arbitrale che avrebbe segnato la fine dei primi 45 minuti di gioco, Balistreri accorcia le distanze, insaccando con freddezza la rete del 2-1. Malgrado il gol, ai ragazzi di Tedesco servirebbe ormai una prestazione da fantacalcio per sperare di passare il turno in Coppa Italia. Una vittoria con cinque reti di margine è infatti un miraggio anche per i più inguaribili ottimisti. In ogni caso, la presenza dei falchetti durante la ripresa si sente eccome. E’ tutto orgoglio quello che traspare dalle belle giocate di Vassallo – il migliore dei suoi – e dai sospiri che seguono le conclusioni di Balistreri. Per chiudere con un tocco di brio un match segnato da un destino già fatto, Barbetta tramuta in gol una splendida punizione, quando mancano una manciata di secondi al triplice fischio. E’ 2-2 quindi il risultato finale. Un pareggio che, sebbene inutile, mostra come il Foligno abbia le giuste carte da giocare per il campionato. Obiettivo, tra l’altro, prioritario.
Non a caso, il vice Barbetta, presente al posto di Tedesco per l’espulsione di quest’ultimo nella gara contro l’Aquila, esprime parole cariche di sicurezza e determinazione: “Inutile nasconderlo, vogliamo lottare per i primi posti e tornare dove siamo stati per sette anni. E' indubbio però che c’è ancora da lavorare. Favorite al campionato? La Salernitana è un passo avanti rispetto agli altri, ma sarà sempre il campo a dare i verdetti.”
Anche Pietro Balistreri ci mette del suo: “Dobbiamo crescere come squadra, ma sono ottimista perché questo lo stiamo già facendo, migliorando di settimana in settimana. Solo con i grandi nomi non si va da nessuna parte. Bisogna fare gruppo e, in tal senso, i più grandi devono aiutare i più giovani. Oggi abbiamo incontrato una squadra ben organizzata. Abbiamo iniziato bene la gara, ma poi il Teramo ha trovato il gol e le cose sono cambiate. L'atteggiamento e la reazione che abbiamo avuto sono stati comunque ottimi e ci hanno permesso di recuperare il risultato sul finale di gara. In ogni caso, non nego che le motivazioni in campionato saranno diverse rispetto alla Coppa Italia. Abbiamo tutti voglia di fare bene»

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!