Paciano, gli studenti salgono in cattedra al centro anziani

Paciano, gli studenti salgono in cattedra al centro anziani

Al Centro sociale anziani gli alunni delle Medie insegnano le nuove tecnologie | Serafini: “In questo modo due generazioni a confronto”

Contro l’analfabetismo informatico della terza età a Paciano intervengono i più giovani. Nel piccolo borgo del Trasimeno sono gli stessi nipoti a correre incontro ai propri nonni, inesperti e disorientati di fronte alle nuove tecnologie. E’ uno scambio intergenerazionale dal grande valore anche simbolico il ciclo di lezioni partito presso il Centro sociale anziani “Remo Boldrini” di Paciano in collaborazione con la Scuola secondaria di primo grado “Egiziaca Buitoni”.

A salire in cattedra in particolare sono gli studenti della terza classe che per tre lunedì (l’ultimo incontro si terrà il prossimo 19 febbraio), tengono incontri di alfabetizzazione informatica ai soci del Csa. Si è partiti con i primi rudimenti, illustrando principi e funzioni dei pc. Il secondo incontro ha avuto ad oggetto le attività principali del computer, mentre l’ultima lezione sarà dedicata all’uso dello smartphone (messaggi, scrittura, tutele e accorgimenti).

Il corso è completamente gratuito e si inserisce nell’ambito dei progetti attivati della scuola con le diverse realtà associative del territorio.

“In questi incontri – spiega il presidente del Centro sociale Paolo Serafini – si mettono a confronto due generazioni che vivono condizioni completamente diverse. I nativi digitali e coloro che ignorano totalmente le nuove tecnologie, nonostante queste ultime stiano entrando prepotentemente in tutte le sfere della vita sociale. Occorre comprendere che per la terza età familiarizzare con computer e cellulari risulta un’operazione difficile anche per i ritmi veloci con cui evolvono”.

A questi tre incontri con gli studenti seguiranno altre lezioni di approfondimento in compagnia di un esperto informatico.

Stampa