Il gioco, in Umbria si preferisce on line - Tuttoggi

Il gioco, in Umbria si preferisce on line

Redazione

Il gioco, in Umbria si preferisce on line

In questi ultimi giorni il movimento si può considerare discreto, sia nelle ricevitorie di Perugia come anche in quelle di Terni
Ven, 22/05/2020 - 12:56

Condividi su:


Il gioco, in Umbria si preferisce on line

Umbria, alcune testate locali il 27 aprile titolavano così: “Riparte il gioco d’azzardo. File davanti alle tabaccherie”. Sebbene un po’ sensazionalistico dato che, potendo accedere uno alla volta per questioni di sicurezza, è normale che una fila di 2 o 3 persone si possa creare anche fuori da un tabacchino.

I primi giochi a ripartire sono stati 10 e Lotto, Millionday, Winforlife e Winforlife Vincicasa.

Anche in questi ultimi giorni il movimento si può considerare discreto, sia nelle ricevitorie di Perugia come anche in quelle di Terni.

I più appassionati attendevano il 18 maggio per la ripartenza delle sale gioco ma forse si dovrà attendere al 1° giugno, tuttavia secondo Agimeg c’è motivo di ipotizzare che proprio in Umbria, primatista con distacco per bassa letalità e indice R0, le date potrebbero anticiparsi.

Va fatto notare che in questa regione, così come nel resto d’Italia, gli sfidanti della dea della fortuna non si sono arresi a causa del confinamento precauzionale nelle proprie case e, come la maggioranza degli italiani, hanno fatto lo “switch” tra luoghi fisici e luoghi virtuali. Un po’ su tutto, vuoi per quel che concerne le attività lavorative con lo smart working, vuoi l’istruzione con le lezioni online e chiaramente così anche lo svago, con riferimento ai giochi. Se quindi non si poteva uscire prima, o potendo moderatamente uscire oggi, la rete risolve ogni problema. Con le sale giochi chiuse, i grandi portali specializzati in scommesse hanno sopperito alla totale mancanza di eventi sportivi offrendo agli utenti un’ampia scelta di slot e altri giochi tipici dei casinò, quali gli esports.

Trend, quello dell’online, tuttavia in crescita da anni, dato che l’agenzia stampa di settore, sempre l’Agimeg, comunica interessanti “statistiche che vedono i casinò online legali in crescita del +17,1% nel 2019 rispetto all’anno precedente. La spesa per il gioco d’azzardo online nel 2019, calcolata al netto delle vincite pagate ai giocatori, raggiunge ben 831,4 milioni di euro”. Una crescita quindi molto forte, documentata dalla preferenza mostrata dagli utenti di tutte le regioni del paese, che ha visto incrementare il gioco online rispetto ai corrispettivi in sale da gioco sul territorio.

È quindi probabile che una fetta, confermando il trend anche dopo le riaperture delle sale, continui a preferire il web.


Condividi su: