Caso Esposito in ospedale, archiviato il procedimento nei confronti del professor Orlacchio - Tuttoggi

Caso Esposito in ospedale, archiviato il procedimento nei confronti del professor Orlacchio

Redazione

Caso Esposito in ospedale, archiviato il procedimento nei confronti del professor Orlacchio

Per il gip il fatto non sussiste | Il commento dell'avvocato Fernando Mucci
Mer, 11/12/2019 - 09:47

Condividi su:


Caso Esposito in ospedale, archiviato il procedimento nei confronti del professor Orlacchio

La vicenda sollevata dalla professoressa Susanna Esposito circa l’attività all’ospedale del professore associato di genetica medica all’ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia, Antonio Orlacchio, aveva poi aperto, con un altro filone d’indagine, la maxi inchiesta sulla Sanitopoli perugina. Ma ora il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Perugia, su richiesta del pubblico ministero, ha disposto l’archiviazione del procedimento nei confronti del professor Orlacchio in relazione al “caso Esposito” in quanto il fatto non sussiste.

A comunicarlo è il legale del professor Orlacchio, l’avvocato Fernando Mucci. Il quale commenta: “Il professor Orlacchio è stato chiamato più volte in causa a livello mediatico circa il procedimento disciplinare dell’Azienda ospedaliera di Perugia nei confronti della professoressa Esposito, pur essendo totalmente estraneo ai contrasti tra la Direzione generale dell’Azienda ospedaliera e la professoressa. Le allusioni ed affermazioni a contenuto diffamatorio apparse sui media, come ampiamente dimostrato, erano non vere, tendenziose e altamente offensive, come tali inammissibili. Il sottoscritto ha intrapreso ogni opportuna azione di tutela dell’onorabilità del proprio assistito“.

Antonio Orlacchio – ricorda il legale – è professore associato di genetica medica e coordinatore scientifico della sezione di genetica medica del Dipartimento di Scienze chirurgiche e biomediche dell’Università degli studi di Perugia, nonché direttore del Laboratorio di neurogenetica dell’Irccs Santa Lucia di Roma presso il Centro europeo di ricerca sul cervello (Cerc). Ha ricevuto numerosi premi ed onorificenza a livello nazionale ed internazionale – prosegue l’avvocato Mucci – tra cui l’onorificenza della Camera di commercio di Perugia, il “San Valentino d’Oro” a Terni (premio riservato a prestigiose personalità nel campo delle lettere, delle arti, delle scienze, della musica, dello sport, dello spettacolo e del sociale) e la European Neurological Society Award. Ha al suo attivo oltre 300 pubblicazioni su riviste scientifiche internazionali. Ha identificato – conclude il legale – diversi geni causa di differenti malattie neurologiche“.

Aggiungi un commento