Valnerina, Guide turistiche “adottano” la chiesa di Santa Maria delle Grazie a Caso

Valnerina, Guide turistiche “adottano” la chiesa di Santa Maria delle Grazie a Caso

Restaurato il tetto della chiesa gravemente danneggiato da terremoto

“Unendomi alle parole già espresse dalla Presidente della Regione, Catiuscia Marini, e dell’Assessore Fabio Paparelli, porto i miei più sinceri ringraziamenti alla Guide dell’Umbria che, in occasione della Giornata Nazionale della Guida Turistica, hanno adottato la chiesa di Santa Maria delle Grazie. Un ringraziamento particolare va alla Regione Umbria, Servizio Musei Archivi Biblioteche, che ha messo in contatto i possibili destinatari della raccolta fondi, e al Sindaco di Assisi, Stefania Proietti, che ci ha aiutato nella diffusione dell’iniziativa”.

È quanto sottolinea il Sindaco del Comune di Sant’Anatolia di Narco, Tullio Fibraroli, che ha accolto con piacere e gratitudine il contributo inviato dalle guide aderenti a Agtu (Associazione guide turistiche Umbria), Gaia (Guide Accompagnatori Interpreti Associati), Guide in Umbria e Umbria con me per il restauro del tetto della chiesa della Madonna delle Grazie, sita presso il cimitero della frazione di Caso, gravemente lesionato dal recente sisma.

La chiesa, incastonata nel suggestivo borgo medievale di Caso, conserva al suo interno pregevoli affreschi e dipinti che vanno dalla metà del XIII al XVI secolo e la famosa immagine della Madonna a Cavallo in ricordo della prodigiosa apparizione della stessa Vergine ad un bambino di Caso. Con il susseguirsi degli eventi  sismici che hanno colpito il centro Italia, e la Valnerina in particolare, la stessa chiesa ha riportato importanti danni al tetto tali da richiedere imminenti interventi di restauro e consolidamento.

Grazie alla donazione che è stata consegnata sarà possibile dare il via ai lavori di consolidamento per far si che nel più breve tempo possibile la chiesa potrà di nuovo tornare ad essere inserita nei circuiti turistici della Valnerina.

 

Stampa