Vacanze low cost, un settore in forte espansione, ma attenzione alle truffe

Vacanze low cost, un settore in forte espansione, ma attenzione alle truffe

In Umbria il fenomeno è a doppio senso: turisti che arrivano e umbri che partono, tutti all’insegna del risparmio

Il settore della vacanza low cost è in forte espansione perché permette di coniugare la voglia di viaggiare, di fare nuove esperienze, di visitare nuovi posti, di conoscere nuove realtà, di divertirsi, o di rilassarsi, con le ristrettezze economiche di una congiuntura economica poco felice e purtroppo più lunga del previsto.

Basta sapersi organizzare, soprattutto sul web, per trovare ottime occasioni a prezzi convenienti e ritagliarsi una vacanza su misura anche dal punto di vista economico. E siccome la domanda crea l’offerta, ecco che internet mette a disposizione un numero sempre crescente di siti web che aiutano a cercare meglio, o che cercano al posto dell’utente i parametri di massima dei desideri e delle disponibilità.

A partire dai voli, per chi vuole andare lontano, per finire con gli alberghi, i villaggi, le località più suggestive o i parchi divertimento, sul web ci sono decine di siti che fungono da motori di ricerca dedicati al turismo e che ultimamente stanno dedicando sempre più attenzione all’aspetto del risparmio.

Sul web si è poi da tempo delineata la figura del “travel blogger”, con pagine più o meno professionali di veri e propri specialisti del viaggio che a volte offrono spunti, anche interessanti o per lo meno curiosi, da leggere. Tra i tanti che si propongono abbiamo trovato non banale il blog di Liliana Monticone, che argomenta in maniera efficace consigli ed espedienti per viaggiare low cost.

Ma attenzione, se è vero che la domanda fa l’offerta è anche vero che tra le tante proposte è possibile prendere la “fregatura”, specie se ci si affida a siti improbabili che propongono offerte incredibili.

Se nel settore dei voli, elemento tra i più costosi di un intero viaggio, ci sono delle destinazioni chiaramente più economiche e siti web di comparazione prezzi di ormai consolidata affidabilità, nell’ambito degli alloggi, altro elemento di peso nell’economicità di un viaggio, c’è una gran bagarre per l’offerta della camera d’albergo al prezzo più basso, senza considerare però che l’hotel non è in assoluto la forma più economica di sistemazione.

Lo sono invece le case vacanza, sempre più in voga tra i puristi del low-cost, sempre più gettonate perché spesso offrono un rapporto qualità-prezzo ineguagliabile. Il sito di Holidu, uno dei più affidabili del settore, ad esempio, è specializzato nella ricerca di sole case vacanza e offre una scelta tra oltre 4 milioni di soluzioni di tutti i tipi, per tutte le tasche, in tutto il mondo.

Anche l’Umbria è interessata da questo nuovo fenomeno turistico, non solo per le numerose opportunità di alloggi low cost che la regione offre fin nel cuore delle location più richieste e caratteristiche, ma anche perché sempre più numerosi sono gli umbri che si orientano verso questo tipo di soluzione per le proprie vacanze.

Un fenomeno a doppio senso quindi, che ha attirato l’attenzione di uno storico colosso del low cost come Ryanair, che sta valutando seriamente di potenziare l’aeroporto regionale di S. Egidio (Perugia) come scalo  dei suoi famosi voli del risparmio.