Ufficio scolastico regionale Umbria, c’è la dirigente ma è ancora temporanea

Ufficio scolastico regionale Umbria, c’è la dirigente ma è ancora temporanea

Plauso di Marini e Bartolini per nomina di Antonella Iunti, il grazie a Sabrina Boarelli, “ma ora Miur trovi soluzione definitiva”

L’Ufficio scolastico regionale dell’Umbria ha finalmente una nuova dirigente. Ma sarà, ancora una volta, una nomina temporanea. La dottoressa Antonella Iunti (già direttore dell’Ufficio scolastico provinciale di Perugia) prende infatti il posto di Sabrina Boarelli. La nomina è soltanto per 6 mesi, una reggenza, e non sembra essere – almeno per il momento – risolutiva della problematica che va avanti da tempo e che lo scorso anno aveva portato oltre 60 dirigenti scolastici dell’Umbria a sottoscrivere un appello pubblico all’allora ministro dell’Istruzione.


Usr Umbria, dopo i presidi appello della Regione a ministro Giannini


A settembre 2016, infatti, in piena emergenza terremoto e con gli studenti della Valnerina in tenda, il posto di dirigente dell’Usr dell’Umbria era rimasto vacante, dopo che la reggenza della dottoressa Sabrina Boarelli era terminata. Dopo la mobilitazione dei presidi dell’intera regione, a cui si era associata pure la Regione, qualcosa si era mosso, con l’ennesimo avviso pubblico per l’incarico di reggenza. La dirigente Boarelli è quindi rimasta per un altro anno, con l’Ufficio che è rimasto coperto nonostante un anno fa sembrava non potessero esserci proroghe.

Ora, quindi, questa nuova nomina, che viene annunciata dalla Regione Umbria. Che però ora auspica un provvedimento definitivo da parte del Miur, che tarda ancora ad arrivare.

“Abbiamo appreso con piacere la notizia della nomina della dottoressa Antonella Iunti a reggente dell’Ufficio scolastico regionale per i prossimi sei mesi e le esprimiamo i nostri più sinceri auguri di buon lavoro”. Spiegano ed annunciano la presidente Catiuscia Marini e l’assessore regionale all’Istruzione, Antonio Bartolini. La presidente Marini e l’assessore Bartolini sottolineano positivamente “una nomina che si muove nel segno della continuità con il lavoro svolto in questi anni dalla dottoressa Sabrina Boarelli. Già in precedenza, infatti – affermano Marini e Bartolini – abbiamo avuto modo di sperimentare una preziosa collaborazione con la dottoressa Iunti. Una professionalità solida, la sua, che siamo certi metterà positivamente al servizio della scuola umbra, svolgendo al meglio l’importante funzione cui è stata chiamata”.

Con l’occasione la presidente Marini e l’assessore Bartolini esprimono alla dirigente scolastica regionale, Sabrina Boarelli, il più vivo ringraziamento per il lavoro svolto in questi due anni e per aver retto con “con competenza e professionalità l’Ufficio scolastico regionale dell’Umbria”. “I due anni trascorsi – aggiungono – sono stati molto impegnativi e difficili, soprattutto a causa degli eventi sismici che hanno colpito il nostro territorio regionale. Si è, così, instaurata una forte e fattiva collaborazione tra Assessorato ed Ufficio scolastico regionale per gestire l’attuazione della legge sulla buona scuola, l’alternanza scuola-lavoro, la riforma degli Istituti professionali e dello 0-6. Siamo certi che tale positiva collaborazione istituzionale caratterizzerà anche il rapporto tra la Regione Umbria e la nuova dirigente Iunti”. Marini e Bartolini si dicono però “rammaricati” per il fatto che “gli uffici di Viale Trastevere non abbiano trovato una soluzione tecnica per consentire alla dottoressa Boarelli di proseguire con continuità il buon lavoro intrapreso”, ed “auspicano” che “il Ministero, dopo questo ulteriore periodo di reggenza, individui una soluzione definitiva per dare stabilità e continuità all’importante attività svolta dall’Ufficio scolastico regionale nella nostra regione”.