Uffici e servizi sanitari tornano in centro

Uffici e servizi sanitari tornano in centro

Ecco la nuova mappa delle sedi della Usl Umbria 2 finita l’emergenza sismica | Polo medico sanitario nella zona delle’ex Ospedale

Altra boccata d’ossigeno per la vitalità e l’economia del centro storico di Foligno. Dopo il rientro degli uffici comunali a seguito degli interventi post terremoto del 1997 adesso anche alcuni strategici uffici della Usl Umbria 2 sono pronti a tornare all’interno delle mura civiche dopo le recenti scosse sismiche che hanno colpito il centro Italia.

La fase di emergenza si era scatenata con il trasferimento della sede di piazza Giacomini che ospitava gli uffici della direzione generale, danneggiate anche le sedi di viale Ancona e parte del Dipartimento di Prevenzione in via del Campanile. Un caos che aveva creato disagi sia al personale che alle attività in qualche modo legate alla presenza degli uffici.

La nuova sede del Distretto di Foligno verrà collocata nella caratteristica Palazzina Liberty in via ndell’Ospedale, difronte all’ex Pronto Soccorso, ora sede della Santo Stefano. La sede della Guardia Medica, il Centro diurno per minori affetti da disturbi dello spettro autistico, la Neuropsichiatria infantile e dell’età evolutiva, l’Aft sarà l’immobile in via dell’Ospedale della Koinon. Un vero e proprio centro medico sanitario dove prima c’era lo storico ospedale San Giovanni Battista, al quale aggiungere la presenza della Farmacia numero uno dell’Afam.

Pronto a risorgere anche il complesso de ‘Le Scale di Porta Romana’ che ospiterà a breve la direzione, i servizi tecnici e l’amministrazione attualmente dislocati in locali del nuovo ospedale.

Altra struttura che tornerà a vivere, quella in via dei Preti di proprietà dell’Inail nella quale saranno sistemati i servizi di medicina legale, sportiva e Centro Ausili.

In via Fiamenga 55 lungo la 316 dei Monti Martani sarà posssibile trovare il Dipartimento Formazione e Prevenzione.

Anche gli uffici ed servizi della Usl Umbria 2 quindi daranno nuna mano alla rinascita del cuore di Foligno.

Stampa