Tragico incidente alle porte di Spoleto | Muore madre 45enne, figlio trasferito a Perugia

Tragico incidente alle porte di Spoleto | Muore madre 45enne, figlio trasferito a Perugia

Aggiornamenti: Campello in lutto per la morte di Maria Concetta Capocci, si aggravano le condizioni del figlio

Aggiornamento alle ore 8 del 12 luglio – La comunità di Campello sul Clitunno piange la scomparsa di Maria Concetta Capocci, stimata insegnante e consigliera comunale, protagonista del terribile incidente stradale avvenuto ieri lungo la vecchia Flaminia, nella zona di San Giacomo di Spoleto. La 45enne viaggiava in direzione Spoleto quando si è scontrata frontalmente contro un mezzo pesante che viaggiava in direzione opposta. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, al vaglio dei carabinieri, sarebbe stata proprio la donna ad invadere la corsia opposta.

Intanto nel tardo pomeriggio di ieri si sono aggravate le condizioni del figlio della donna, che viaggiava in auto con lei. Il ragazzo, tredicenne, dopo esser stato trasportato all’ospedale di Spoleto è stato trasferito d’urgenza a quello di Perugia, dove è stato ricoverato in prognosi riservata. Oltre al forte choc per l’incidente in cui è morta sua madre, gli accertamenti medici avrebbero infatti evidenziato alcune lesioni interne.

Grande il dolore nella comunità campellina, che è in apprensione per le condizioni dell’adolescente e che piange la scomparsa di Maria Concetta, stimata insegnante ed amministratrice comunale. Maestra alla scuola elementare di Pissignano, la donna è stata anche amministratrice nelle ultime legislature. Rieletta nella lista dell’attuale sindaco Domizio Natali, era attualmente consigliere comunale di maggioranza. Nella sua vita aveva dovuto affrontare diverse prove, che non avevano tuttavia minato la sua forte fede religiosa.


Aggiornamento alle 18.30 – Non c’è stato nulla da fare per la donna di 45 anni protagonista del terribile incidente stradale che si è verificato poco prima delle 16 di oggi lungo la vecchia Flaminia, tra Spoleto e Campello sul Clitunno, all’altezza dell’oleificio Venturi. La strada è stata temporaneamente chiusa al traffico per consentire il recupero della salma – trasferita all’obitorio e a disposizione dell’autorità giudiziaria per l’autopsia – e dei mezzi incidentati.

Ferito nell’incidente anche il figlio adolescente della donna, sotto choc, trasportato all’ospedale di Spoleto. Secondo quanto si apprende ha riportato lesioni non gravi e viene tenuto in osservazione.

Secondo una prima ricostruzione, la donna, a bordo di una Lancia Ypsilon, proveniva da Campello e viaggiava in direzione Spoleto, quando si è scontrata frontalmente con un camion con rimorchio che viaggiava in direzione opposta. Un impatto tremendo, che non le ha lasciato scampo: è morta sul colpo.

L’incidente è avvenuto all’altezza della deviazione presente da anni sul posto per i lavori del raddoppio ferroviario. Un tratto di strada scenario negli anni di vari incidenti, anche mortali. In queste settimane la strada, solitamente poco transitata, è tornata ad essere più frequentata vista la chiusura dello svincolo di Campello sul Clitunno in direzione sud lungo la Flaminia a quattro corsie.

La notizia della scomparsa della donna ha fatto ben presto il giro del comprensorio. Oltre che per la sua professione, la 45enne era infatti anche amministratrice comunale in un Comune del comprensorio.


Un gravissimo incidente è avvenuto  nelle primo ore del pomeriggio di oggi, 11 luglio, lungo la vecchia Flaminia, alle porte di Spoleto.

Ad essere coinvolti nel frontale un’utilitaria e un mezzo pesante, subito dopo una delle deviazioni dovute al raddoppio della ferrovia. A bordo dell’auto, che ha avuto la peggio, una donna e suo figlio che sono stati soccorsi dai sanitari del 118.

Sul posto anche i Vigili del Fuoco e i Carabinieri della stazione di Spoleto.

 

Stampa