TerniOn, buoni numeri nonostante il maltempo

TerniOn, buoni numeri nonostante il maltempo

L’assessore Tedeschi “Terni On si conferma il primo evento in termini economici e di presenze”

“Come ogni anno siamo a fare un bilancio sull’edizione appena passata di Terni On – dichiara l’assessore al Turismo e Marketing Territoriale Daniela Tedeschiuna edizione condizionata e penalizzata dalle condizioni metereologiche sfavorevoli che hanno inciso sulla programmazione di una manifestazione che si svolge all’aperto interessando tutte le piazze del centro cittadino. In accordo con gli organizzatori – prosegue l’assessore – l’Amministrazione ha deciso di annullare il concerto del gruppo Sud Sound Sistem, previsto venerdì 16 in Piazza Europa a seguito dell’allerta meteo comunicata dalla Protezione Civile, relativa all’intero territorio regionale. Scelta che è stata fatta al fine di garantire la pubblica incolumità di una serata che, negli anni passati, ha fatto registrare un numero alto di presenze. Il meteo ha perciò imposto una rimodulazione del programma iniziale con lo spostamento di molte iniziative, istallazioni e spettacoli, compreso il progetto artistico curato da Chiara Ronchini, che dalla Piazza San Francesco è stato trasferito in Bct, perdendo la possibilità di trasformare la piazza stessa in una galleria a cielo aperto e dove le opere pittoriche avrebbero dovuto essere proiettate sulla facciata della Chiesa. Stessa sorte subita anche per le esibizioni dell’Istituto Briccialdi che si sono dovute svolgere, al chiuso, nella sede del Briccialdi stesso. La parte di programma prevalentemente penalizzata – prosegue Daniela Tedeschi – è stata la parte relativa all’arte contemporanea, quella che, purtroppo, avrebbe dovuto essere la novità dell’edizione 2016. I protagonisti della Street Art e della Urban Art, non hanno potuto produrre le opere previste. Infatti, in linea con le linee progettuali delle politiche culturali dell’Amministrazione, la contemporaneità, intesa nelle sue diverse declinazioni artistiche ed espressive, resta una delle prospettive sulle quali lavorare, sin da subito, per la prossima edizione. Stante il fisiologico calo di presenze – prosegue l’assessore – Terni On si conferma, comunque, il primo evento in termini economici e di presenze, una grande manifestazione che conferma di essere vincente nella formula e nei contenuti. In misura maggiore rispetto al passato, abbiamo riscontrato una più rilevante adesione dei pubblici esercizi, segnale importante di risveglio post crisi che dimostra come la città sia in grado di reagire intercettando opportunità grazie ad un evento che ritiene valido per qualità, iniziative e possibilità di crescita. Lo scopo dell’Amministrazione e degli organizzatori – conclude l’assessore – è di caratterizzare sempre di più una manifestazione che, ha avuto una crescita costante nel tempo, come Festival di musica e arte contemporanea, con una propria identità, oltre che sviluppare e potenziare le sinergie tra le imprese in un’ottica integrata, la sola possibile per sostenere la piena realizzazione del marketing territoriale urbano. Colgo l’occasione per ringraziare tutti gli organizzatori, che si sono adoperati nella riuscita dell’evento, i Cavalieri di Malta e il Cesvol impegnati nella raccolta Fondi per le zone colpite dal sisma del 24 agosto scorso, raccogliendo € 1782,75 euro i primi, e distribuendo 60 contenitori i secondi, nei pubblici esercizi che ne hanno fatto richiesta, tutti gli artisti che hanno partecipato al contest artistico, vinto da Giuseppe Berti e Tamara Inzaina, con cui mi congratulo. Da ultimo mi preme sottolineare che l’Amministrazione Comunale è disponibile ad accogliere suggerimenti e critiche fattive da parte di tutte le associazioni di categoria che hanno modo di fare le proprie osservazioni nella sede opportuna, al fine di evitare l’insorgere di posizioni incoerenti che non fanno il bene della manifestazione né quello della città. Nella riunione di Giunta tenuta alla Camera di Commercio lo scorso 5 luglio, in sede di votazione per deliberare sulla entità dei contributi a sostegno delle attività, come si evince dal verbale, risulta una non corrispondenza tra le posizioni in quella sede assunte e alcune dichiarazioni rilasciate a seguito dello svolgimento della manifestazione. Fermo restando la possibilità dell’esistenza di margini di miglioramento, Terni On risponde con i fatti e con i numeri, con la qualità dell’offerta progettuale. La manifestazione può competere, a livello nazionale, con i migliori Festival di genere, solo se si lavora tutti in una logica integrata e unendo tutti le diverse energie”.

Stampa