Terni, coppia di giovani in manette per furto aggravato

Terni, coppia di giovani in manette per furto aggravato

Scoperti mentre rubavano all’IperCoop, ma avevano già colpito in altri luoghi e rubato un’auto nel viterbese

“Bonnie e Clyde” ternani finiscono in manette per furto aggravato, per episodi avvenuti non solo a Terni ma anche in provincia di Viterbo.

A far scattare gli arresti è stato un furto avvenuto ieri mattina all’interno dell’IperCoop di Terni. A chiamare la squadra volante della Questura di Terni era stato ieri intorno alle 12 il personale del supermercato, che aveva segnalato al 113 due persone che avevano asportato delle merce dagli scaffali, nascondendola dentro una busta per poi tentare di uscire dal negozio dall’uscita senza acquisti.

I due, un ragazzo di 27 anni ed una ragazza di 24 anni, entrambi ternani e noti alle forze di polizia, venivano immediatamente fermati dagli agenti della Polizia di Stato. In loro possesso i poliziotti hanno trovato anche un coltello rubato all’interno del negozio ed utilizzato per tagliare il codice a barre della busta dove avevano occultato la refurtiva, per un valore complessivo di circa 400 euro, anch’essa privata dei dispositivi di sicurezza.

Una volta condotti fuori dal negozio, gli agenti della volante hanno notato una Fiat Panda parcheggiata proprio in prossimità dell’uscita, che verificavano essere in uso ai due ragazzi. E dentro all’auto perquisita hanno trovato un porta documenti contenente il libretto di circolazione di una autovettura Mercedes Benz risultata rubata, un hard disk anch’esso risultato rubato nel corso della stessa mattina all’interno di una vettura sempre in Terni, nonché un telefono cellulare smartphone marca Samsung risultato rubato lo scorso 15 aprile in un centro commerciale della città.

I due giovani sono stati quindi portati in Questura e messi a disposizione del sostituto procuratore dottoressa Barbara Mazzullo che ne disponeva l’arresto con il trattenimento nelle camere di sicurezza fino alla direttissima che si è tenuta questa mattina.

La successiva attività investigativa immediatamente attivata dall’Ufficio Coordinamento della Squadra Volante permetteva il rinvenimento presso un garage cittadino in disuso anche della autovettura Mercedes Benz, peraltro di recentissima immatricolazione, rubata lo scorso 3 maggio in provincia di Viterbo che  veniva restituita al legittimo proprietario. Si risaliva altresì al legittimo proprietario dell’Hard disk al quale veniva restituito unitamente alla cartella portadocumenti che  gli era stata rubata nella medesima circostanza, anche quest’ultima rinvenuta all’esito delle indagini.

Questa mattina nel corso il Giudice del Tribunale di Terni Simona Tordelli ha convalidato l’arresto dei due ed ha applicato la misura cautelare degli arresti domiciliari per il giovane e per la ragazza l’obbligo di firma in Questura.