Tagina, svolta a sorpresa | L’azienda gualdese acquistata dalla Saxa Gres di Anagni

Tagina, svolta a sorpresa | L’azienda gualdese acquistata dalla Saxa Gres di Anagni

La società laziale leader nella produzione di ceramica diventa la nuova proprietaria siglando l’atto preliminare di acquisto e rilevando il 100% delle quote

Dopo l’autorizzazione al pagamento della cassa integrazione per i 200 dipendenti, oggi pomeriggio (venerdì 13 aprile) per la Tagina di Gualdo Tadino è arrivata un’altra importante svolta. Il 100% delle quote dell’azienda, infatti, sono state acquistate, a sorpresa, dalla Saxa Gres Spa di Anagni (Frosinone), anch’essa società leader nella produzione della ceramica. Sfumata, dunque, come inizialmente previsto, l’imminente acquisizione da parte della Gambini di Sassuolo.

Ad annunciarlo con una conferenza stampa, proprio nella sede dell’azienda gualdese, sono stati il presidente di Tagina Mario Moriconi, il sindaco di Gualdo Tadino Massimiliano Presciutti e alcuni vertici della Sax Gres, tra cui il vicepresidente Francesco Borgomeo.

Queste le parole del sindaco Presciutti:

Una giornata da ricordare per Tagina ed i suoi lavoratori. Voglio ringraziare chi nell’ombra ha consentito di avere questo approdo, perché era importante per Tagina arrivare ad una continuità certa, ossia ad un passaggio di proprietà. I lavoratori, con cui ci siamo incontrati prima, sono stati informati in assemblea ed il primo ringraziamento lo faccio a loro, perché quelli passati sono stati mesi durissimi per tutti, si poteva mollare ma loro non l’hanno mai fatto.. Non abbiamo risolto tutti i nostri problemi ma abbiamo di fronte una bella sfida che dobbiamo saper affrontare e cogliere. Per ultimo faccio un appello a tutta la città. Durante la manifestazione in piazza dei lavoratori Tagina ho visto tanti politici di tutti i fronti a fianco di Tagina. Ora dobbiamo fare delle cose e delle scelte, mi auguro che quella unità che c’è stata intorno a questa vertenza rimanga tale. La cosa che non dobbiamo fare è buttare questa vertenza in politica perché sarebbe l’errore peggiore da fare in questo momento. Adesso è il momento di essere uniti, il primo step è stato raggiunto, il resto arriverà mantenendo l’unità

Entusiasta Euro Angeli, segretario generale Filctem Cgil di Perugia: “Si tratta di una notizia positiva da lungo tempo attesa dai lavoratori dell’azienda gualdese. Finalmente abbiamo un piano industriale, presentato dall’ad Francesco Borgomeo che prevede il mantenimento delle produzioni nel sito umbro, garantendo gli attuali livelli occupazionali”. “E’ anche fondamentale – aggiunge – che il piano preveda l’installazione di un atomizzatore e di un biodigestore per la produzione di biometano, investimenti che potranno aumentare i livelli occupazionali e rendere il prodotto più competitivo in un’ottica di economia circolare”.

Stampa