Svincolo di Scopoli, la grana torna ad esplodere in Regione

Svincolo di Scopoli, la grana torna ad esplodere in Regione

Dopo la bocciatura da parte del Governo, Raffaele Nevi (Forza Italia) presenta un’interrogazione in Consiglio Regionale e incalza la presidente Marini

Si riaccendono i riflettori sulla vicenda dello svincolo di Scopoli lungo la nuova ‘Val di Chienti’: il Governo, in risposta ad un’interrogazione urgente presentata dall’On. Pietro Laffranco di Forza Italia, aveva annunciato che l’opera era stata stralciata dai progetti infrastrutturali Umbria – Marche. Attacco senza sconti quello del deputato forzista che ha annunciato di scendere in strada per protesta, dura presa di posizione anche da parte del sindaco di Foligno Nando Mismetti contro Governo, Regione dell’Umbria, Anas e Quadrilatero. Sul piede di guerra anche Alessio Fiacco portavoce del Comitato Val Menotre e Luca Foglietta presidente della Comunanza Agraria di Scopoli.

Ora la patata bollente torna nuova a Palazzo Cesaroni, in Consiglio Regionale, a gettarla nuovamente nelle mani della presidente Catiuscia Marini ci pensa il consigliere regionale di Forza Italia, Raffaele Nevi che ha presentato un’interrogazione urgente per chiedere chiarezza.

“Il tre novembre 2015 l’assemblea legislativa dell’Umbria aveva approvato all’unanimità una mozione che impegnava la presidente ad adottare ogni iniziativa finalizzata a scongiurare la mancata realizzazione dello svincolo di Scopoli – ricorda Nevi nell’interpellenza – interessando del problema anche il Ministro ed impegnandola a riferire in aula sugli esiti degli incontri”.

Il forzista Nevi ha intenzione di andare sino in fondo ed incalza la Marini “La Regione dell’Umbria non ha mai riferito relativamente alla vicenda in oggetto – si legge nel documento – contravvenendo ad un impegno espressamente richiesto”. Il consigliere azzurro nell’interpellanza sottolinea anche che “la presidente della Regione in occasione dell’inaugurazione della nuova Foligno – Civitanova Marche, ribadì all’allora Presidente del Consiglio la necessità dello Svincolo di Scopoli”. In considerazione della risposta fornita dal sottosegretario Umberto Del Basso De Caro all’onorevole Pietro Laffranco, ecco che Nevi chiede alla presidente Marini “quali iniziative si intendono mettere in atto per la realizzazione dello Svincolo di Scopoli, rispetto alle novità emerse”.

A contattare il capoguppo di Forza Italia in Consiglio Regionale, è stato il capogruppo folignate Riccardo Meloni, il quale ricorda “nella scorsa legislatura per primo lanciai tale allarme, e venni accusato dalla giunta comunale di allora di speculare politicamente sulla questione. Purtroppo mesi fa avevo già pubblicamente dichiarato che non poteva che finire così in quanto le risorse erano già da tempo state distratte. Ora che c’è l’ufficialità – incalza Meloni – e sono curioso di vedere quale sarà la reazione del sindaco e della sua maggioranza. Finora sono stati capaci solo di rassicurare la cittadinanza in tempo di elezioni per paura di perdere il consenso – conclude il capogruppo forzista – mi auguro che non si arrivi a dichiarare qualche fantasiosa speranza con l’avvicinarsi della chiamata alle urne”.