Sicurezza, dal Prefetto il summit | Resta l’esercito sulle zone terremotate

Sicurezza, dal Prefetto il summit | Resta l’esercito sulle zone terremotate

Gli alpini “angeli di Castelluccio” anche nel 2017

Il Prefetto di Perugia Raffaele Cannizzaro ha presieduto, in data odierna, presso il Palazzo del Governo, una riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica. Unitamente ai vertici delle Forze di Polizia, ai rappresentanti della Provincia e del Comune di Perugia, è stata svolta una approfondita analisi della situazione della sicurezza pubblica del territorio al fine di pianificare le iniziative volte all’intensificazione dell’attività di prevenzione e controllo del territorio.

Immigrazione

In particolare, in applicazione alla direttiva del Ministero dell’Interno del 30 dicembre u.s. riguardante le attività volte al rimpatrio degli stranieri, sono state delineate le linee di intervento, volte ad innalzare il livello di contrasto all’immigrazione illegale. Sono stati disposti adeguati servizi, anche straordinari, nell’ambito del piano di controllo congiunto con le diverse Forze di Polizia e con il contributo operativo delle Polizie locali, finalizzato a contrastare l’immigrazione irregolare ed a prevenire le varie forme di criminalità connesse al circuito della clandestinità.

L’esercito sul terremoto

Con la partecipazione anche dei rappresentanti delle Forze Armate e del Comandante dei Vigili del Fuoco, preso atto che con decreto del Ministro dell’Interno, di concerto con il Ministro della Difesa, è stata disposta la proroga sino al 31 dicembre 2017 del piano di impiego del contingente di personale militare già operante nella provincia, sono state confermate le modalità di impiego, ivi compreso i servizi già disposti nella frazione di Castelluccio di Norcia.

Altre misure

Nel corso dell’incontro sono state anche concordate ulteriori misure di difesa passiva in ambito aeroportuale. Sono state infine esaminate le condizioni di sicurezza della stadio comunale “Pietro Barbetti” di Gubbio.