Si finge disposto ad incontro piccante, 17enne deruba e “ricatta” un perugino

Si finge disposto ad incontro piccante, 17enne deruba e “ricatta” un perugino

Minore arrestato per furto aggravato e tentata estorsione. Si cercano “precedenti”

Lo ha agganciato su un sito di incontri, specializzato tra quelli per persone dello stesso sesso, intrattenendo conversazioni a sfondo intimamente personale per alcuni giorni. Così un 17enne ha ottenuto un appuntamento dalla sua vittima, un perugino del ’58, riuscendo a farsi invitare nel suo appartamento.

Ma una volta giunto a casa dell’uomo, approfittando di una sua momentanea distrazione, ha arraffato la sua borsa con tutto il contenuto dandosi alla fuga. Resosi conto dell’accaduto, dopo aver bloccato le carte di credito, l’uomo ha cercato di ricontattare il giovane in chat per tentare di rientrare in possesso dei propri effetti personali.

Per tutta risposta, il 17enne gli ha offerto uno scambio: per riottenere quanto sottratto la vittima avrebbe dovuto sborsare 1000 euro. Il derubato, vista la situazione, si è rivolto alla Polizia. Su indicazione degli agenti della Squadra Mobile la vittima, apparentemente accondiscendendo alla richiesta, ha fissato un nuovo incontro in un luogo pubblico; ma stavolta ad attendere l’estorsore si sono presentati anche i poliziotti.

A nulla sono valsi i tentativi del giovane di cautelarsi utilizzando anche una 19enne come tramite: arrivato il momento dello scambio, per il 17enne sono immediatamente scattate le manette. L’accusa, per lui, è di furto aggravato e tentata estorsione; è stato trasferito in un istituto di pena per Minorenni. Sono in corso da parte dei poliziotti della Squadra Mobile gli accertamenti finalizzati a ricostruire eventuali sue responsabilità nell’ambito di episodi analoghi accaduti di recente in città.