Schiarea contesta le nuove regole della Movida

Schiarea contesta le nuove regole della Movida

Il capogruppo del Movimento per Foligno critica la limitazione dell’attività privata e chiede il taglio della tassa di occupazione del suolo pubblico

La questione del nuovo regolamento sull’occupazione del suolo pubblico solleva numerosi interrogativi. Abbiamo parlato delle difficoltà economiche per il nostro tessuto turistico dovuto ai danni indiretti del terremoto e come politica invece di incentivare le attività economiche nel centro storico e fuori da esso le vincoliamo con dei parametri stringenti che non fanno altro che alimentare burocrazia e spese”? 
Lorenzo Schiarea, capogruppo in Consiglio Comunale della lista civica Movimento per Foligno si inserisce così nel dibattito relativo alle nuove regole per la cosiddetta Movida.


“Si rischia, in questo modo, di ottenere un risultato completamente opposto da quello sperato: sanzionare e limitare la libertà economica degli imprenditori. Una proposta efficace per noi del Movimento per Foligno – prosegue la nota – sarebbe quella di incentivare le attività commerciali e metterle nelle condizioni di poter adottare servizi e migliorie, che vadano ad aumentare la qualità dell’offerta commerciale di Foligno, e non vincolandole, laddove il privato è legittimato a decidere autonomamente. Perché non prevedere un forte taglio per la tassa di occupazione del suolo pubblico? E’ giusto che venga rispettato il criterio del decoro pubblico conclude Lorenzo Schiarea non è giusto però che a rimetterci debbano essere coloro che investono nella nostra città.