Rivoluzione nel mondo dei browser: Android sorpassa Windows

Rivoluzione nel mondo dei browser: Android sorpassa Windows

In soli cinque anni l’OS targato Google raggiunge e supera quello di Microsoft

Il sorpasso storico che tutti indicavano come imminente è arrivato in anticipo rispetto alle previsioni degli esperti hi tech: Android è diventato il sistema operativo più utilizzato da chi si collega a internet tramite tutti i dispositivi, laptop e computer desktop compresi. La notizia è stata pubblicata dalla società di analisi dati Statcounter che in un recente articolo ha sottolineato come sia finita l’era di Windows come software più utilizzato per accedere alla rete.

La ricerca si basa sulle informazioni che arrivano dai browser nel periodo di navigazione – escludendo così tutti i dispositivi non utilizzati connessi a Internet – e ha rilevato come Android sia attualmente al 37,93% e Windows al 37,91% dell’intero mercato. Un sorpasso che pone fine a un inseguimento durato anni e che ha dell’incredibile se pensiamo che soltanto cinque anni fa Android rappresentava appena il 2,4% di tutto il comparto.

Due le ragioni principali del successo: in primo luogo la capacità del sistema operativo targato Google di penetrare nel mondo mobile, impresa non riuscita a Windows Phone – il software per smartphone e tablet di Microsoft – in grado finora di ritagliarsi una fetta del mercato molto piccola. In secondo luogo la volontà delle principali aziende produttrici di contenuti web di puntare sullo sviluppo di applicazioni native per Android – e iOS – in sostituzione delle classiche web app.

Emblematico il caso di Ryanair per il settore viaggi e turismo. Gli sviluppatori della compagnia di voli low cost hanno ottenuto un ottimo successo con l’app per prenotare voli, accedere alla carta d’imbarco e consultare le tariffe tramite smartphone.

Nel mondo della stampa e della comunicazione le principali testate, sia cartacee come La Stampa, il Corriere della Sera e la Repubblica, sia televisive come Rai e La7, hanno lanciato sul mercato applicazioni sempre più aggiornate e ricche di contenuti dedicati in maniera specifica agli utenti che si connettono tramite dispositivi mobili.

Un vero e proprio traino, quello effettuato da questi operatori, che si è rivelato decisivo per il definitivo sorpasso e che ha toccato anche settori come il gaming online in cui fa scuola il caso di PokerStars, uno dei primi operatori ad aver puntato sul mobile gaming e ad aver creato una serie di applicazioni dei principali titoli da giocare in mobilità.

Un trend che tocca anche le previsioni future che parlano di una forbice tra i due sistemi operativi destinata ad allargarsi ancora di più nei prossimi anni. E questo anche alla luce del dato relativo ai sistemi mobile del terzo polo del mercato, la Apple: già agli inizi del 2013 chi utilizzava iPad e iPhone per connettersi a Internet aveva superato chi accedeva alla rete da desktop. Oggi questa percentuale è aumentata del triplo.

Dopo oltre 35 anni  di predominio pressoché incontrastato, Windows non è più il sistema operativo leader del mercato e rimane relegato all’utilizzo del Web da laptop e postazioni fisse. In questo settore il sistema di Microsoft viene utilizzato dall’84% dei dispositivi. La dimostrazione che quanto fatto di buono sui sistemi operativi per computer desktop non è stato replicato per un campo, quello mobile, in continua e costante evoluzione.

Soltanto 5 anni fa Android occupava poco più del 2,4% di tutto il mercato e Windows era a quota 82%. In appena un lustro la situazione, su cui influiscono in maniera significativa i numeri di crescita degli smartphone nelle regioni asiatiche, si è completamente ribaltata.

Si tratta di un cambiamento epocale, di una vera e propria pietra miliare nel mondo della tecnologia, come hanno affermato i responsabili della ricerca di StatCounter. La fine della leadership di un’azienda, la Microsoft, che aveva dominato il mercato dei sistemi operativi fin dal lontano 1980.

Stampa