Risorge la Ternana, Di Noia bussa due volte alla porta del Trapani | Eurogol di Coronado

Risorge la Ternana, Di Noia bussa due volte alla porta del Trapani | Eurogol di Coronado

Doppietta del centrocampista rossoverde stende la squadra di Calori

Ultima chiamata per la Ternana che in casa, contro la diretta concorrente per la salvezza Trapani, deve dare un senso a questo campionato. Liverani, all’esordio, sceglie tiene fuori Sissoko dato per titolare fino all’ultimo, in favore di Petriccione, Di Noia e Ledesma. Linea difensiva a 4 con Zanon, Meccariello, Valjent, Germoni e in attacco Avenatti è affiancato da Falletti e Monachello.

La Ternana inizia spavalda e al primo vero affondo, al 6′, Giovanni Di Noia trova subito il gol con un perfetto inserimento per raccogliere il cross dalla destra di Zanon. La reazione del Trapani si concretizza all’8′ con un tiro velenoso di Fausto Rossi dal limite che si spegne di poco a lato. Il Trapani ci prova ancora e prende coraggio; al 20′ è Maracchi a cercare l’incursione in area rossoverde con una conclusione che termina alta sulla traversa.

La presenza di Petriccione in campo, tenuto colpevolmente ai margini fino all’arrivo di Liverani, si fa sentire e il biondo centrocampista rossoverde garantisce equilibrio mettendo al servizio dei compagni quantità e qualità.

Al 34′ La Ternana trova il raddoppio ancora con Di Noia; il centrocampista rossoverde cerca la conclusione dal limite e trova una leggera deviazione che mette fuori causa Pigliacelli. Al 39′ Meccariello trova il terzo tempo perfetto su angolo dalla destra, ma la sua incornata finisce sul palo.

Nella rirpesa Calori cerca di correggere la sua squadra inserendo Coronado con per Fausto Rossi, comunque uno dei più propositivi della squadra ospite nella prima frazione. La partita diventa piuttosto fallosa e il signor Pezzuto di Lecce è costretto a interrompere spesso il gioco e iniziare ad estrarre qualche giallo.

Al 14′ è Coronado a suonare il primo squillo verso Aresti, con un tiro velonoso dal limite che sfila largo sul secondo palo.

La Ternana è meno intraprendente e si ritira in difesa, mentre il Trapani, al 20′ si fa vedere ancora pericoloso con un tiro da fuori di Rizzato. Intorno alla mezzora, Liverani richiama in panchina uno spento Monachello che anche oggi non è riuscito a lasciare il segno nella partita. Palombi, entrato proprio per il numero 7 rossoverde, si mette subito in mostra con un contropiede di 60 metri coast to coast con conclusione deviata da Pigliacelli a lato.

Raffaello risponde su ribaltamento di fronte con un tiro, ancora dal limite, che Aresti controlla uscire sul secondo palo.  Un minuto dopo Coronado avrebbe sui piedi la palla che avrebbe potuto riaprire la partita, ma il suo tiro a tu per tu con Aresti viene respinto dall’estremo rossoverde, ottimo nell’uscita bassa sull’avversario. Al 40′ è ancora Raffaello a far venire ai pochi tifosi del “Liberati”, con un tracciante dai 20 metri che Aresti è bravo ad alzare sopra la traversa.

Liverani, dopo aver fiutato il pericolo, passa alla difesa a 5 inserendo Diakité al posto di Avenatti, che aveva disputato un buon primo tempo per poi spegnersi nella rirpesa.

Al 92′ eurogol di Coronado: destro armato dai 25 metri e palla che si infila sotto l’incrocio dei pali.

Tre punti fondamentali che consentono ora ai rossoverdi di guardare con un minimo di speranza in più le future partite, visto che per la Ternana da oggi è iniziato un secondo campionato con l’obiettivo salvezza messo nel mirino. La vittoria al “Liberati” è una buona ignezione di fiducia e ottimismo che dovrebbero spingere la Ternana verso un finale di campionato che potrebbe essere ben diverso rispetto alle premesse della partita contro il Trapani

Ternana (4-3-2-1): Aresti; Zanon, Meccariello, Valjent, Germoni; Petriccione, Di Noia (23′ st Coppola), Ledesma; Monachello (27′ st Palombi), Falletti; Avenatti (35′ st Diakité). In panchina: Piacenti, Rossi, Coppola, La Gumina, Della Giovanna, Palumbo, Pettinari. Allenatore: Liverani

Trapani (4-3-1-2): Piagliacelli; Fazio, Pagliarulo, Kresic (35′ st Citro), Rizzato; Maracchi, Colombatto, Barillà (20′ st Raffaello); Rossi (5′ st Coronado); Jallow, Manconi. In panchina: Guerrieri, Legittimo, Nizzetto, Curiale, Visconti, Casasola. Allenatore: Calori

Arbitro: Pezzuto di Lecce (assistenti Rocca e Sechi)

Marcatori: 6′ pt Di Noia (T), 35′ pt Di Noia (T), 47′ st Coronado (TP)

Ammoniti: 3′ st Kresic (TP), 10′ st Petriccione (T), 10′ st Coronado (TP), 12′ st Ledesma (T), 23′ st Raffaello (TP), 43′ st Colombatto (TP), 48′ st Pagliraulo (TP)

Stampa