Rete delle professioni tecniche dell’Umbria, ora è realtà

Rete delle professioni tecniche dell’Umbria, ora è realtà

Formalizzata la sua attività con la sottoscrizione dello statuto | Lo scopo prioritario resta la promozione e valorizzazione della funzione sociale di 11mila professionisti

La Rete delle Professioni Tecniche dell’Umbria con i suoi 11.000 professionisti, formalizza ufficialmente la sua attività e rivendica la sua presenza a livello istituzionale e il suo ruolo di rappresentante delle professioni tecniche e scientifiche nel contesto sociale ed economico in cui le stesse operano.

E’ stato sottoscritto ieri nella sede dell’Ordine degli ingegneri di Terni lo statuto  che  sancisce la nascita dell’Associazione “Rete delle professioni dell’Area Tecnica e Scientifica dell’Umbria” composta dal Collegio Provinciale dei Periti Agrari e dei Periti Agrari Laureati (Perugia e Terni), Ordine dei Dottori Agronomi e Forestali delle Province di Perugia e Terni, Ordine degli Architetti Pianificatori e Conservatori delle Province di Perugia e Terni, Collegio dei Periti Industriali e Periti Industriali Laureati delle Province di Perugia e Terni, Ordine dei Geologi dell’Umbria, Collegio dei Geometri e Geometri Laureati delle Province di Perugia e Terni, Ordine degli Ingegneri delle Province di Perugia e Terni.

L’operato dell’organismo, che opererà tramite il Consiglio di coordinamento, il coordinatore e il segretario, tutte cariche esercitate a titolo gratuito e senza alcuna indennità, sarà diretto, in particolare, a rappresentare il settore delle professioni nei confronti delle istituzioni e organizzazioni, a promuovere politiche generali riguardanti le costruzioni, l’ambiente, il paesaggio, il territorio, i rischi, la sicurezza e l’agricoltura. Importanti saranno inoltre le attività a livello legislativo, per promuovere l’innovazione della normativa dei settori di interesse e di coordinamento interprofessionale per la formazione di base e l’aggiornamento continuo, anche in relazione ai rapporti con il mondo accademico ed istituzionale regionale.

E gli obiettivi saranno perseguiti con deliberazioni approvate con il voto unanime dei componenti del Consiglio di coordinamento composto dai presidenti in carica dei consigli di Ordini e Collegi associati e da un rappresentante nominato da entrambi. Scelta, quest’ultima, che qualifica maggiormente un lavoro portato avanti dalla Rete nella nostra Regione dal 2015 con significativi risultati.  Il prossimo passaggio sarà la nomina degli organi statutari, a cominciare dal coordinatore regionale, carica attualmente ricoperta dall’ing. Roberto Baliani.

Lo statuto è stato siglato da Guido Salvadori, presidente Collegio Provinciale dei Periti Agrari Umbria, Francesco Martella e Andrea Barbagallo, presidenti rispettivamente Ordine dei Dottori Agronomi e Forestali delle Province di Perugia e di Terni, Carlo Neri e Marco Struzzi, delegato e presidente Ordine degli Architetti Pianificatori e Conservatori delle Province di Perugia e di Terni, Fabrizio Innocenzi e Sandro Gabriele, presidenti Collegio dei Periti Industriali e Periti Industriali Laureati delle Province di Perugia e  di Terni, Filippo Guidobaldi presidente Ordine dei Geologi dell’Umbria, Enzo Tonzani e Alberto Diomedi, presidenti Collegio dei Geometri e Geometri Laureati delle Province di Perugia e  di Terni, Stefano Mancini e Simone Monotti, presidenti Ordine degli Ingegneri delle Province di Perugia e  di Terni.

Stampa