Rabbino capo di Roma Di Segni in visita a Perugia | Foto

Rabbino capo di Roma Di Segni in visita a Perugia | Foto

Delegazione della comunità ebraica accolta da Romizi, Wagué e Varasano


Il sindaco Andrea Romizi, il Presidente del Consiglio comunale Leonardo Varasano e l’assessore Dramane Wagué hanno incontrato questa mattina nella sala Rossa di palazzo dei Priori il rabbino capo della comunità ebraica di Roma Riccardo Shemuel Di Segni.

Presenti all’incontro anche il dirigente Fabio Ricci, la presidente della comunità ebraica di Roma Ruth Dureghello, la presidente della sezione perugina dell’Associazione Italia-Israele Maria Luciana Buseghin, la vice presidente Gabriela Sabatini ed il presidente della sezione di Foligno. L’incontro a palazzo dei Priori è stato atto conclusivo di una visita a Perugia che ha portato la delegazione dapprima presso il cimitero monumentale nella sezione ebraica e poi presso il cimitero ebraico vecchio di San Girolamo.

Il sindaco Romizi, a nome dell’intera Amministrazione, ha manifestato apprezzamento per la presenza della delegazione a Perugia. Una visita che conferma la frequentazione assidua tra le due istituzioni e la volontà conseguente di portare avanti progetti condivisi. Particolarmente apprezzabile, in questo contesto, è l’attività che sta svolgendo la sezione perugina dell’Associazione Italia – Israele che sta cercando di recuperare una parte importante della storia di Perugia, quella che fa capo alla comunità ebraica. “Oggi abbiamo voluto partecipare fortemente alla visita ai due cimiteri per celebrare insieme un momento di grande commozione e di riflessione”.

La presidente della comunità ebraica di Roma Ruth Dureghello ha confermato che vi è la volontà di continuare ad intrattenere un rapporto tanto stretto con l’istituzione e la cittadinanza perugine perché l’interazione col territorio favorisce il dialogo e la crescita reciproca. A Perugia ci sono tanti ebrei cui, purtroppo, non può essere più garantita come un tempo la rappresentanza di un proprio rabbino capo; tuttavia la comunità di Roma, di cui Perugia è una sezione, resta a disposizione per ogni esigenza che dovesse manifestarsi.

Il Rabbino Di Segni, nel ringraziare l’Amministrazione perugina per l’ospitalità, ha tenuto a precisare che nell’organizzazione ebraica italiana Perugia è una circoscrizione facente capo alla comunità di Roma. “Siamo felici di essere qui per l’ennesima volta: spesso siamo stati presenti a Perugia per motivi di ordine culturale e commemorativo ed ogni volta è un grande piacere. Per questo manifestiamo la nostra disponibilità piena a portare avanti una collaborazione che finora si è dimostrata tanto efficace”.

Il rabbino ha detto di aver apprezzato, in particolare, l’attenzione dell’Amministrazione per la manutenzione degli spazi ebraici presenti nei cimiteri cittadini ed ha rivolto un auspicio affinché in futuro si possa ulteriormente approfondire la storia degli ebrei di Perugia con l’obiettivo di valorizzare ulteriormente il territorio.

Il presidente Varasano ha confermato che ormai da tempo prosegue un percorso condiviso, avviato l’anno scorso con la cerimonia di conferimento della cittadinanza onorario a Piero Terracina. Si tratta di iniziative, principalmente rivolte ai giovani studenti, finalizzate a conservare valori fondamentali come la memoria e la pacifica convivenza.

Uno stretto rapporto lega l’Amministrazione comunale alla sezione perugina dell’Associazione Italia-Israele; questo connubio consentirà il prossimo anno di dar vita a molteplici iniziative tra cui quella in programma il 25-26 e 27 gennaio in collaborazione con Prefettura e Regione Umbria

All’incontro di oggi ha partecipato anche la presidente dell’associazione Italia-Israele di Perugia Buseghin; quest’ultima ha sottolineato che per la prima volta l’associazione si trova a vivere un rapporto così sereno e collaborativo con l’Amministrazione di Perugia. “Ciò ci dà speranza per il futuro per poter realizzare nel 2018 tutto il programma pensato per commemorare gli 80 anni dalle leggi razziali”. Iniziative – ha detto la presidente – finalizzate a far capire quanto siano stati importanti gli ebrei per l’Italia e non solo per ricordarli per le tragedie subite.

L’incontro è stato chiuso dall’assessore Dramane Wagué, il quale ha ricordato come grazie all’impegno dell’attuale Amministrazione è stato possibile procedere tempo fa alla ripulitura e manutenzione dell’antico cimitero ebraico di San Girolamo, restituendo così l’area alla memoria della città. L’obiettivo ora è di continuare a garantire la manutenzione della zona, in collaborazione con l’associazione Italia-Israele che si occupa di curare l’accesso al cimitero.

Infine Wagué ha ricordato che il prossimo 1 dicembre si terrà la cerimonia di inaugurazione della rotatoria, sita in via della Pallotta, ad Alessandro Seppilli, già sindaco di Perugia.