Quintana, nasce la scuola per tamburini, sbandieratori e suonatori di chiarina

Quintana, nasce la scuola per tamburini, sbandieratori e suonatori di chiarina

A settembre l’esordio ufficiale, ad ottobre si aprono le iscrizioni

E’ nato, ufficialmente, il Gruppo Sbandieratori e Musici Città di Foligno’ un progetto di cui si parlava ormai da anni e che ora da sogno diventa realtà grazie all’impegno ed alla tenacia di due giovani quintanari doc: Giacomo Felicioni e Leonardo Pastorelli. Un punto di svolta, per certi versi storico, che permetterà alla Quintana e Foligno di essere protagonista anche in altri ambiti, che non siano prettamente artistico equestri, ma non per questo meno importanti.

Lo scopo dichiarato è infatti dare il via ad una scuola di formazione per giovani ed appassionati, l’arte dello sbandierare e di suonare tamburini e chiarine. Il gruppo nasce dalla necessità di avere a disposizione una specifica ed autentica realtà a livello comunale, che coinvolga tutti i rioni e l’Ente Giostra, estesa all’intero territorio, senza dover essere necessariamente dei rionali o dei quintanari. Saranno svilupppate, come detto, tre sezioni: chiarine, tamburini e sbandieratori.  E si pensa già ad iscrivere il gruppo alla Lega italiana sbandieratori, così come già hanno fatto e stanno facendo altre realtà umbre ben più piccole. In questo modo sarà possibile esibirsi in tutto il Paese.

Il progetto ha avuto subito il placet di Palazzo Candiotti, con un apposito finanziamento, mentrre l’amministrazione comunale ha messo a disposizione la palestra di via Fiume Trebbia. I corsi per gli appassionati di chiarine saranno inveve ospitati nei locali della taverna del rione Contrastanga in via Piermarini. Guardando oltre, l’obiettivo è quello di creare una ‘scuola di formazione’ autonoma, comunque in stretta sinergia con il mondo quintanaro. Ad oggi sono già una sessantina i partecipanti: i preparatori dei tamburini sono Agnese Monarca e Marco Properzi; alle chiarine Stefano Coltorti e Giacomo Felicioni, mentre Leonardo Pastorelli e Giacomo Felicioni si occuperanno degli sbandieratori, facendo già parte, tra l’altro della Nazionale Italiana Sbandieratori.

 

Stampa