Promuovere gli antichi mestieri tramite social, presentato “Instameet Gubbio”

Promuovere gli antichi mestieri tramite social, presentato “Instameet Gubbio”

L’iniziativa si terrà domenica 17 giugno, protagonisti gli artigiani del centro storico e i giovani con le nuove tecnologie

E’ stata presentata questa mattina (giovedì 7 giugno) l’iniziativa ‘Instameet Gubbio – Nuovi occhi per antichi mestieri’, promossa e organizzato dal Lions Club, in collaborazione con il Comune di Gubbio, in particolare assessorato alle politiche Giovanili e Associazionismo, nonché il gruppo informale ‘IG Gubbio’ e Tuqui.it.

La finalità dell’evento, che si svolgerà domenica 17 giugno con un ulteriore appuntamento il 9 luglio, è quella di mettere al centro Gubbio con le sue attrattive culturali e turistiche, attraverso l’organizzazione di un evento sociale Instameet. “E’ un progetto stimolante e creativo rivolto ai giovani – ha esordito l’assessore Gabriele Damiani  Una città per definirsi ‘smart’ ha bisogno di nuovi modelli di partecipazione e quello dei canali instagram è una sfida tutta da giocare, affascinante e di grande potenzialità per coniugare cultura, informazione, sviluppo economico”.

Il sindaco Stirati ha espresso un vivo apprezzamento per la proposta innovativa: “Una sfida che coniuga tradizione e innovazione, usando linguaggi contemporanei. In realtà, i meccanismi dell’arte della persuasione e del consenso, derivano da 2.000 anni fa, con teorie e tecniche che sono aspetti generali della comunicazione. Anche la politica delle ‘Aree Interne’ ha come sottolineatura l’espressione ‘saperi, sapori e saper fare’, a sottolineare la valorizzazione delle peculiarità dei territori”.

Al centro del progetto, l’obiettivo di coinvolgere su scala nazionale il maggior numero possibile di giovani attraverso i social e le nuove tecnologie, mettendo al centro Gubbio con le sue attrattive culturali e turistiche, come è stato spiegato da Nancy Latini, attuale vice presidente del Lions e, dal 1 luglio, alla guida del sodalizio al posto di Marco Rossi.

Maria Vispi, del medesimo sodalizio, ha invece creato le premesse per lo sviluppo dell’evento, che ha coinvolto corporazioni di mestieri e artigiani eugubini del centro storico. In particolare: Giuseppe Allegrucci, scalpellino; Patrizia Ramazzi, artigiana del gesso; Luigi Francesco Barbi, fabbro; Alvaro Bei, falegname; Leo Grilli e Marzia Fumanti, ceramisti; Marco Francioni, calzolaio; Manuela Marchi, sarta.

Molto soddisfatto anche l’assessore Fiorucci, che ha sottolineato la portata turistica dell’evento: “I linguaggi oggi sono profondamente cambiati da innovazioni di fondo introdotte dai social, che richiedono caratteristiche di contenuti, condivisione, contaminazione e continuità”. Paolo Villani del team di ‘IG Gubbio’ (che comprende anche tra gli altri Gianluigi Traversini, Giorgio Bei, Elia Grilli), ha spiegato che si tratta della seconda edizione di ‘Instameet’ e lo scorso anno si sono avuti 3 milioni di visualizzazioni: “Quest’anno ci aspettiamo numeri record e ricadute eccezionali in termini di conoscenza e percorsi turistici di richiamo”. David Menghini di Tuqui.it ha poi spiegato l’importanza della cura dei testi che accompagnano le foto e preparano lo story telling.

Il programma inizierà domenica 17 giugno alle ore 9 in piazza 40 Martiri con l’iscrizione degli instagramer e blogger, che saranno accompagnati nel tour cittadino tra le botteghe artigiane; dopo vari passaggi, alle ore 17.30, ci sarà in piazza Grande lo spettacolo degli Sbandieratori e un aperitivo a conclusione della giornata.

Stampa