Presciutti scrive ancora all’Anas “Non intervenite? Lo faremo noi con i nostri mezzi”

Presciutti scrive ancora all’Anas “Non intervenite? Lo faremo noi con i nostri mezzi”

Il sindaco di Gualdo Tadino aggiunge “Sono stanco di scrivere e restare inascoltato, la mia prima missiva risale a 9 mesi fa”

Il Sindaco di Gualdo Tadino Massimiliano Presciutti continua a farsi sentire nei confronti dell’Anas e invia al Capo Compartimento per l’Umbria Raffaele Celia, una nuova missiva, dopo quelle del 18 gennaio, 22 febbraio, 8 e 29 giugno, per segnalare, ancora una volta, alcuni interventi urgenti sul territorio.

Francamente, le dico la verità, sono stanco di scrivere, – esordisce Presciutti – Prendo atto che dopo mesi di sollecitazioni ed una visibilità praticamente azzerata da un’altezza della vegetazione che superava il metro e mezzo, le rotatorie di S. Pellegrino e Cerqueto sono state ripulite, ma restano ancora sul tappeto tutte le altre questioni”.

Ho notato ad esempio che lungo il tratto umbro della nuova direttrice Perugia-Ancona, che qualcuno ha ribattezzato, non so bene perché, “Pianello – Branca”, nel giro di sole quattro settimane la segnaletica è stata adeguata e ad onor del vero è stata tolta l’indicazione ‘Fabriano’: ciò mi lascia pensare che evidentemente qualcuno ha inteso che la nuova direttrice serva per collegare le frazioni di Pianello e Branca e non due capoluoghi di regione come Perugia ed Ancona. In un mondo globale dove si cerca tra mille difficoltà di accorciare le distanze, dove si ragiona di macroregioni e nuovi assetti istituzionali, prendo anche in questo caso atto di un evidente paradosso

Sulla recente aggiunta di ‘Gubbio’ sulla segnaletica Presciutti aggiunge: “Diventa di difficile comprensione (per usare un eufemismo) la sostanziale solerzia nel rispondere alle ‘legittime’ richieste di visibilità di alcuni, contrapposta ad un sostanziale ‘stallo’ rispetto a quelle di altri. Come comunità siamo stanchi di scrivere e di non essere ascoltati su temi che, preciso, non riguardano una questione di campanile o visibilità, ma afferiscono alla sicurezza quotidiana dei cittadini e degli automobilisti”.

Visto la solerzia che avete dimostrato in altre circostanze, ve ne chiedo altrettanta per inserire l’indicazione ‘Gualdo Tadino’, nel cartellone alto che indica l’uscita Casacastalda lungo la direttrice Perugia-Ancona, visto che la nostra città è la prima sopra i 15.000 abitanti che si raggiunge da quello svincolo.

A distanza di quasi 9 mesi dalla prima comunicazione – aggiunge infine Presciutti – annuncio che, da oggi in avanti, per garantire il decoro e la sicurezza stradale, ci sostituiremo con i nostri mezzi alla ordinaria manutenzione del verde delle rotonde di vostra competenza insistenti sul territorio comunale, così come, dove assente, segnaleremo lungo la Via Flaminia, sia in direzione Roma che Ancona, le uscite per Gualdo Tadino con adeguata e visibile segnaletica. Il tutto ovviamente verrà rendicontato con dovizia particolari ogni qualvolta vi sarà un intervento al fine di ottenere il rimborso delle spese. Per quanto riguarda l’illuminazione dei tratti già più volte segnalati, lì purtroppo non siamo in grado di intervenire direttamente, chiedo pertanto nuovamente di approntare interventi celeri”.

Stampa