Pistola in mano rapina la pasticceria di Olmo, terrorizzata la commessa

Pistola in mano rapina la pasticceria di Olmo, terrorizzata la commessa

Un bottino da 500 euro per il malvivente in fuga


E’ entrato attorno alle 14.30 con un passamontagna calato sul volto per non farsi riconoscere e con una pistola in mano. Ha aspettato che nella pasticceria-panetteria Cellesi di Olmo ci fosse solo la commessa e nessun cliente  per entrare e far prendere alla ragazza, una giovane 28enne, una paura infinita.

Le si è fatto vicino balzando dietro il balcone dell’esercizio della frazione perugina e le ha puntato contro la pistola. Le ha intimato di aprire la cassa e ha preso tutto quel che c’era dentro: circa 500 euro. Poi, mentre scappava, ha esploso un colpo di pistola a salve. Sembrerebbe essersi trattato di una pistola scacciacani ma saranno i rilievi dei carabinieri, intervenuti sul posto, a chiarirlo definitivamente.

Appena scappato via il rapinatore, la commessa è subito scappata al piano superiore per chiedere aiuto alla vicina di casa. La ragazza era in stato di choc quando, insieme hanno chiamato il 112. I militari del comando provinciale di Perugia sono immediatamente arrivati sul posto e hanno effettuato tutti i rilievi del caso, dopo aver raccolto la testimonianza dell’unica presente. Adesso saranno loro ad indagare per individuare ed assicurare alla giustizia il rapinatore che, secondo quanto si apprende, sarebbe di origine dell’est Europa.

(sm)