Perugia, oltre 35 milioni di euro per le opere pubbliche

Perugia, oltre 35 milioni di euro per le opere pubbliche

Ok della giunta al programma triennale dei lavori | Maxi interventi sulle scuole | Da aprile si lavora al Santa Giuliana, da marzo alle crepe in viale Indipendenza


Oltre trentacinque milioni di euro per le opere  pubbliche. La giunta, su proposta dell’assessore Francesco Calabrese, ha approvato il programma triennale delle opere pubbliche 2017-2019 – adozione. Lo schema di programma 2017-2019 e l’elenco annuale dei lavori 2017 saranno presentati al consiglio comunale per la definitiva approvazione, unitamente al bilancio di previsione.

L’elemento caratterizzante l’intero piano sono i molteplici interventi dedicati ai plessi scolastici perugini, già illustrati dal sindaco nel corso di una specifica conferenza stampa.

Scuola, un piano da 28 milioni di euro per 26 edifici | Possibilità art bonus

In senso generale, per l’anno 2017 sono proposti interventi per un importo complessivo di oltre 35 milioni. I più rilevanti riguardano: agenda urbana, adozione di soluzione tecnologiche per la riduzione dei consumi energetici delle reti di illuminazione pubblica (con finanziamento Regione Umbria Pos-Fesr 2014-2020) per oltre 2 milioni di euro: inizio lavori febbraio 2017, fine a febbraio 2018; interventi di adeguamento delle strade comunali per 1 milione di euroSanta Giuliana: lavori di ristrutturazione pista e riqualificazione (con contributo di 500mila euro della Fondazione Cassa di Risparmio e 235mila extra onere urbanistico Decathlon): i lavori inizieranno nell’aprile 2017, fino ad aprile 2018.

Santa Giuliana, pista usurata e pedane impraticabili | Bori “Lavori finanziati da tempo”

E ancora: risanamento scuola primaria Pestalozzi (bando periferie) per 1,7 milioni (inizio lavori aprile 2017, fine aprile 2018); risanamento scuola Carducci-Purgotti (fondi ricostruzione) 3 milioni (inizio lavori aprila 2017, fine ad aprile 2018), il consolidamento muro viale Indipendenza per 670mila euro: inizio lavori marzo 2017, fine gennaio 2018.

Crepa nelle mura di viale Indipendenza, forse danno all’acquedotto storico

Nel piano triennale delle grani opere pubbliche rientrano anche la riqualificazione parcheggio ex Metropark (finanziato con bando per la riqualificazione urbana delle periferie) per 970mila euro: inizio lavori marzo 2017, fine aprile 2018; il recupero ex scalo merci per fab-lab (piano periferie) per 1,4 milioni: inizio lavori aprile 2017, fine aprile 2018; il nuovo complesso uffici e biblioteca Ponte San Giovanni (mutuo 1,1 milioni, disponibilità 500mila euro) per 1,6 milioni: inizio lavori gennaio 2019, fine aprile 2019. E ancora, a Madonna Alta un nuovo edificio per family lab (piano periferie) per 1,7 milioni: inizio lavori aprile 2018, fine aprile 2019; il restauro della Rocca Paolina (con contributi Fcr e Regione) per 1 milione: inizio lavori gennaio 2018, fine gennaio 2019; il percorso pedonale mura etrusche Pellini-Campaccio (contributi Mit ed Fcru) per 1,6 milioni: inizio lavori marzo 2017, fine marzo 2018; miglioramento vulnerabilità sismica palazzo di Giustizia con restauro Sala Salara (con contributo regionale): 1,2 milioni: inizio lavori aprile 2018, fine aprile 2019.

Per il 2018 (importo complessivo di oltre 24 milioni), spiccano la sistemazione della cava di Resina (5milioni), di Sant’Orfeto (3,1 milioni), di Palazzaccia (3,7 milioni), gli interventi stradali (1 milione), le scuole Ciabatti (800mila) e Mazzini (800mila), la “restituzione della vita tecnica alle scale mobili Pellini e piazza Partigiani (3.5 milioni), il nodo intermodale di Fontivegge (circa 2 milioni), il potenziamento dell’Ict a servizio della mobilità (1,3 milioni)

Per il 2019 (importo complessivo di oltre 3 milioni), si segnalano: gli interventi stradali (500mila), l’adeguamento del centro macellazione carni (700mila), la rotatoria in via Firenze a Ferro di Cavallo (500mila).

Stampa