Perugia, al Frontone va in scena il cibo di strada

Perugia, al Frontone va in scena il cibo di strada

Terza edizione dello Street Food festival | Tra le novità, writer che disegneranno e contest fotografici

Dedicato agl amanti del cibo cibo di strada. Da giovedì fino a domenica i giardini del Frontone delizieranno i palati con il festival dello Street food. Presenti tanti nuovi operatori provenienti da Emilia Romagna, Sicilia, Basilicata, Abruzzo, Toscana, Puglia, Molise e Sardegna, insieme a rappresentanti di Spagna, Messico e Argentina, che accoglieranno il pubblico dello Street Food Festival per far assaggiare i loro piatti e la loro cultura, in un mix di profumi, odori e sapori irresistibile.

Sta per iniziare – ha sottolineato l’assessore Cristiana Casaioli dopo il taglio del nastro – la terza edizione di un festival che gli scorsi anni ha fatto registrare un grande successo. In questa terza edizione ci sono tutte le caratteristiche per ripetere il successo, anche perché l’evento è molto sentito dalla città e si svolge in un contesto molto particolare, ossia nei giardini del Frontone, ossia i giardini più belli di Perugia”.

Lo Street Food – ha continuato l’assessore – in passato ha avuto tantissimi visitatori ed oggi si arricchisce ulteriormente di contenuti e proposte, perché vi saranno molteplici elementi in grado di raccontare la storia di una città. “Attraverso lo street food, e dunque tramite la cucina tipica, si potrà conoscere la storia e la cultura delle realtà presenti all’interno della manifestazione”.

Altre novità sono rappresentante dalla presenza dei writers che, con i loro disegni animeranno la manifestazione, e dal contest fotografico “STREETa GRAM” su come interpretare la realtà della strada, in collaborazione con Fratticioli photo e promosso sui canali social dello #StreetFoodFestival Perugia, Instagram @Streetfoodperugia, Facebook @Streetfoodperugia e Twitter @stfoodontheroad, usando l’hashtag #perugiastreetfoodstories per raccontare la tua storia di città, del cibo e della tua street culture durante i giorni del Festival ai Giardini del Frontone.