Perugia, da gennaio nuove strisce blu

Perugia, da gennaio nuove strisce blu

Dopo alcune opere di miglioramento a carico di Sipa, via ai parcheggi a pagamento in piazza Italia, Via Ripa di Meana | A Fontivegge ed Elce stop alla sosta gratis in pausa pranzo


Nuove strisce blu dove ora il parcheggio è consentito e fine della gratuità della sosta in pausa pranzo a Fontivegge e ad Elce. Quelle che arrivano lunedì 30 ottobre dalla commissione controllo e garanzia a palazzo dei Priori, per i cittadini non sono buone notizie. Il tutto partirà entro gennaio 2018. Attività che rappresentano la contropartita chiesta da Sipa dopo gli sconti su tariffe orarie e abbonamenti che sono stati concessi a giugno.

Saranno oltre 200 le nuove soste a pagamento gestite da Sipa, come sancito nell’aggiornamento della convenzione tra Comune di Perugia e la società che gestisce strisce blu e parcheggi. In via Ripa di Meana fino a San Girolamo l’entrata in vigore della sosta a 1,50 euro al giorno o 2,20 l’ora con la gratuità per i residenti avverrà dopo alcune opere di rifacimento necessarie prima di tingere di blu le strisce. A seguire la stessa sorte anche via Bistoni. Quest’area sarà inserita nel progetto di riqualificazione del primo anello urbano fuori dal centro storico. A gennaio strisce blu e tariffa giornaliera di 1,50 euro con la gratuità per i residenti anche in Piazza Italia. 


Strisce blu e parcheggi, accordo da quasi 4 milioni di euro


Lavori

Dalla firma della convenzione nell’estate 2017, per, che ci sarebbe voluto un po’ di tempo prima dell’avvio delle nuove soste a a pagamento lo si sapeva. Il tempo, circa 6 mesi, è quello per concludere delle opere migliorative. In via Ripa di Meana e fino a via San Girolamo Sipa si è impegnata a costruire un nuovo marciapiede, mentre alla Cupa sarà rifatto tutto l’asfalto così come le recinzioni in legno. Saranno inoltre eliminate le piante che con le loro radici hanno deformato il terreno. In via Indipendenza e in piazza Italia verranno installati dei sensori che daranno informazioni in tempo reale sul numero di posti a disposizione.

Numeri sull’utenza

Sull’aumento o meno della sosta da parte dei cittadini, Bistoccchi (Pd) punta il dito contro Sipa che non ha fornito numeri precisi, limitandosi a parlare di “primi riscontri positivi”. Possibile che con le tecnologie attuali non ci siano dati aggiornati? Numero che al momento dicono da Sipa “stiamo facendo una prima rendicontazione dato che servirà un periodo più lungo. Per il momento abbiamo un riscontro positivo per abbonati e accessi. Non dimentichiamo però che l’anno scorso c’è stato il terremoto”.

ZTL

Sulo spostamento del varco Ztl da via Masi a piazza Italia, invece, per ora è tutto fermo. I tavoli di confronto con le associazioni del centro storico e i residenti dovrebbe, quindi, aver dato i suoi frutti.

Project Financing 2005

Ma è la  consigliera pentastellata Cristina Rosetto ad attaccare il Comune a proposito delle politiche portate avanti dal Comune su sosta e mobilità, motivo principale della richiesta di attivazione della commissione con al centro il noto project financing risalente ormai al 2005 e le convenzioni con Sipa che ne sono seguite. Rosetti vorrebbe verificare la legittimità del project financing, della concessione a Sipa di tutti i parcheggi,  Mercato coperto compreso e che inizialmente era previsto solo per un anno. Il dirigente  comunale Landini ha spiegato come all’epoca c’era in ballo il progetto della Nova Oberdan, poi capitolato, che prevedeva un’altra struttura, e che da lì in avanti da parte di Sipa “c’è stata una manutenzione ordinaria senza investimenti, che ora invece saranno fatti“. “Il parcheggio non è mai uscito dalla convenzione e quindi la gestione è stata affidata allineandola temporalmente alla convenzione, che scade nel 2047″.

Quarant’anni di gestione dei parcheggi cittadini consentiti dalle precedenti amministrazioni che ora, come non mai, pesano come macigni.