Parcheggi a Todi, rivoluzione sotto l’albero

Parcheggi a Todi, rivoluzione sotto l’albero

A Todi sconti per chi fa acquisti in centro, una app per trovare la sosta e pagare | E dal 2018 cambia tutto, parcheggi in centro tutti a pagamento

E’ cominciata il primo dicembre la “rivoluzione” dei parcheggi a Todi. Da inizio mese è infatti scattata l’operazione in collaborazione tra amministrazione comunale, Sis (il gestore delle strisce blu in città) Confcommercio e Federalberghi che prevede la possibilità per i titolari di attività commerciali e ricettive di acquistare ticket per i parcheggi a prezzo scontato da regalare poi ai clienti di negozi ed alberghi che potranno utilizzarli negli spazi di Porta Orvietana. Il tagliando – che sarà valido per un anno – copre la sosta per un’ora. Commercianti ed albergatori hanno deciso di non prevedere una soglia minima di spesa per avere il ticket: si tratta, insomma, di un vero e proprio “regalo” di Natale.

Per l’assessore a mobilità e trasporti, Elena Baglioni, comincia così un percorso per arrivare a “creare quel gioco di squadra necessario affinché Todi torni a ricoprire il ruolo che merita. Spero che l’iniziativa raccolga un buon numero di adesioni, non solo dai commercianti del centro ma di tutti gli esercenti della città perché questo significherebbe un cambio di rotta per una città che è stata per troppo tempo divisa. Regalare la possibilità di accedere alla piazza e ai suoi tesori deve essere un punto di forza per tutti, anche per chi ha un’attività in una zona periferica“. “Si tratta di un primo passo per arrivare a rendere la città più viva e a fare fruire il centro storico ai cittadini e ai turisti” commenta Nunzia Frustagatti, presidente di Confcommercio Todi e responsabile sul territorio di Federalberghi. “Esprimo grande soddisfazione per l’accordo raggiunto – aggiunge Claudio Ranchicchio, assessore al turismo – che è da interpretare come il punto di partenza per una serie di possibili accordi condivisi che potranno avere grande impatto anche sulla programmazione turistica della nostra città”.

Sempre dal primo dicembre, in città è possibile utilizzare l’app “Parkman” che consente di trovare parcheggio e pagare la sosta tramite smartphone (l’applicazione funziona sia su Android che su IOs). Attraverso Gps, la app registrerà la posizione della vettura e con poche funzioni si potrà dare avvio alla sosta e pagare soltanto il tempo effettivamente utilizzato. Gli operatori Sis, in caso di controlli, verificheranno attraverso il numero di targa chi sta utilizzando questa funzione.

Stipulata, sempre con Sis, la convenzione che consente ai commercianti di Porta Romana di attivare abbonamenti ai parcheggi con tariffe agevolate (15 euro al mese) così da liberare gli stalli nei pressi dei negozi e agevolare la clientela. Entro Natale verranno sarà inaugurato il nuovo spazio destinato ai camper in piazzale Manganelli, dove sorgerà un’area low cost da destinare a questo tipo di utenza. Le tariffe oscilleranno tra 10 e 15 euro, a seconda della durata della sosta: mezza giornata o giornata intera.

Ma la vera “rivoluzione” arriverà con il nuovo anno. Comune e Sis stanno infatti lavorando ad un piano di revisione della sosta in centro storico. Le linee guida su cui ci si sta muovendo sono due: abbassare le tariffe – in alcuni casi troppo elevate, come per piazza Garibaldi dove il ticket arriva a 1,85 euro l’ora – e agevolare la sosta. Per questo l’idea è quella di trasformare i parcheggi all’interno delle mura in tutte strisce blu, così da poter intervenire sulle tariffe, stabilendo però allo stesso tempo che la sosta sia gratuita per tutti i titolari di permesso ztl. Di fatto, i residenti del centro storico non pagherebbero più il parcheggio, mentre tutti gli altri utenti avrebbero costi più accessibili.

(Christian Cinti)

Stampa